Spray al peperoncino e furti al concerto di David Guetta: in quattro a processo

Lo scorso 28 luglio sul parcheggio del Geox la banda di 20enne provenienti da Genova aveva seminato il panico tra i presenti, ora dovranno rispondere di rapina e furto

Dovranno rispondere dei reati di rapina e scippo i quattro giovani che avevano seminato il panico al concerto di David Guetta al Poste Pay Sound Festival lo scorso 28 luglio a Padova. Quella sera, dopo aver spruzzato dello spray urticante, la banda aveva strappato collanine e braccialetti ai presenti.

I furti

Il gruppo composto da quattro persone, tutti ventenni, di cui 2 magrebini, un italiano e un ecuadoriano, era partito da Genova per rubare al concerto cellulari, portafogli e oggetti di valore. Una pratica messa in atto un po’ in tutta Italia compresa Padova, dove hanno colpito con fare minuzioso prima di essere scoperti e bloccati dai presenti. Ora il gruppo andrà a processo per i reati di scippo e rapina. Nelle perquisizioni domiciliari sono state ritrovate le bombolette al peperoncino, borse schermate e le date dei concerti in cui colpire.

Potrebbe interessarti

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Infarto e ictus, team di ricercatori padovani trova la "porta" che diminuisce i danni al cuore

  • Potassio: come assumerlo e perché fa bene a cuore, reni e ritenzione idrica!

  • Fine mese all'insegna dei cantieri: strade chiuse fino a due mesi tra il centro e i quartieri

I più letti della settimana

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Tenta il suicidio nel Bacchiglione: trascinata a riva da un passante, è gravissima

  • Si schiantano con l'auto contro un platano: passeggera elitrasportata in ospedale, è grave

  • Pauroso schianto tra due auto, feriti i conducenti. Interviene l'elisoccorso, strada chiusa

  • Pedone falciato da un'auto all'altezza del cantiere: due i feriti

  • Litigio tra pazienti allo studio medico: costole rotte e denunce per due pensionati

Torna su
PadovaOggi è in caricamento