Promozioni, encomi e lodi: tutti gli agenti premiati durante la festa della polizia

Nel corso della festa della polizia celebrata questa mattina all'interno del palazzo della Ragione, venti agenti sono stati premiati per meriti di servizio

Sono venti i poliziotti, appartenenti a diversi reparti, che hanno ricevuto promozioni, encomi e lodi da parte delle autorità civili e militari.

Meriti straordinari

Il prefetto Franceschelli ha conferito la promozione per merito straordinario al sovrintendente capo Matteo Miccoli e all'assistente capo Debby Pellegrin, che nel giugno 2016 non esitarono a tuffarsi nel fiume in cui si era gettata una giovane donna per suicidarsi, salvandola.

Eccellenza sportiva

Encomio solenne per l'atleta delle Fiamme Oro, agente Ayomide Temilade Oluwatoyosi Folorunso, medaglia d'oro nei 400 ostacoli alle Universiadi di Taipei del 2017, dalle mani del sindaco Giordani.

Squadra mobile e Gips

Il procuratore Valeria Sanzari ha premiato tre agenti della squadra mobile e della scientifica che nel marzo 2016 contribuirono all'arresto di un omicida. Encomio solenne per l'assistente capo Matteo Salmaso, encomio per l'assistente capo Cristian Visentin e l'agente scelto Pio Michele Zannella e lode per l'ispettore capo Massimiliano Gori.

In prima linea dopo il sisma

Encomio anche per l'assistente capo Angelo Franchi del Secondo reparto mobile, che dopo il sisma del 2016 prestò servizio a Camerino tra l'agosto e l'ottobre di quell'anno. Lo ha premiato il presidente della provincia Fabio Bui. 

Cinofili

Il presidente della Camera di commercio Antonio Santocono ha consegnato la lode ai due assistenti capo della squadra cinofili Giampietro Comin e Paolo Gobbato che nell'aprile 2016 arrestarono due ladri.

Digos

Sette gli agenti in forza alla digos che hanno ricevuto la lode dal comandante interregionale dei carabinieri Vittorio Veneto, generale di corpo d'armata Enzo Bernardini. Sono il vice questore aggiunto Pasquale Scognamiglio, il commissario Alberto Cattelan, il sostituto commissario Piergiorgio Cimarelli, l'ispettore superiore Filippo Bernhard, i due sovrintendenti capo Carlo Barbiero e Gianni Cesaro e il sovrintendente Stefano Romanato. Protagonisti di un'operazione del febbraio 2016, consentirono l'arresto di undici persone.

Reparto prevenzione crimine del Veneto

Lode anche per tre assistenti capo del Reparto prevenzione crimine del Veneto, premiati dal generale di brigata Tommaso Vitale, rappresentante del comandante delle forze operative Nord, generale di corpo d'armata Amedeo Sperotto. Piergiorgio Bocchese, Walter Polselli e Andrea Servodio nel marzo 2017 a Spinea arrestarono quattro rapinatori recuperando i 15mila euro di refurtiva rubati in una sala slot.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento