Rappresentante orafo finge furto campionario per 25mila euro

L'uomo, un 53enne di Montecchio Maggiore, aveva denunciato di essere stato derubato lo scorso 25 gennaio a San Martino di Lupari della propria auto e una valigetta di preziosi

Alla fine la versione non ha retto. Troppe le discordanze tra la ricostruzione dei fatti fornita ai carabinieri e i suoi reali spostamenti accertati da questi ultimi.

FINTO FURTO. Dovrà così rispondere di simulazione di reato il 53enne rappresentante orafo residente nel vicentino a Montecchio Maggiore, R.S. le sue iniziali, denunciato a piede libero dai carabinieri di San Martino di Lupari per aver falsamente denunciato lo scorso 25 gennaio, in paese, il furto della propria auto e di una valigetta di preziosi per un valore di circa 25mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piante "mangia-smog" per pulire l'aria malata: nella Bassa le prime coltivazioni di Paulownia

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Restituisce un portafogli con 3200 euro e un anello: per ringraziarla le offre la cena di pesce

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • "L'alligatore", lunedì 27 iniziano le riprese della serie tv Rai: le vie e le piazze interessate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento