La spettacolare fuga dopo l'inseguimento: nel furgone abbandonato quintali di rame rubato

Sono riusciti a scappare a piedi i tre uomini a bordo di un autocarro pieno del prezioso materiale, ma uno di loro è stato riconosciuto e ora è caccia ai complici

É proprio il caso di dire che la fama gli è costata cara: un nomade, riconosciuto a bordo di un veicolo sospetto, ha permesso di recuperare mezza tonnellata di rame rubato.

L'avvistamento

L'uomo, 29enne nomade ma residente a Rubano, è stato incrociato domenica pomeriggio da una pattuglia dei carabinieri di Sarmeola in via Kennedy. Il furgone Fiat Ducato su cui l'uomo viaggiava con altre due persone ha insospettito i militari, che lo hanno seguito fino a Mestrino. L'autista aveva accelerato cercando di seminarli, ma la lentezza del mezzo li ha costretti a tentare il tutto per tutto. Sentendosi braccati, i tre sono entrati nel parcheggio dell'Interspar e sono scappati a piedi per i campi scavalcando la recinzione.

La merce rubata

Presto chiarito il motivo della fuga: nel furgone erano nascosti 540 chili di cavi in rame rubati, che ne occupavano l'intero cassone. I tre occupanti sono riusciti a dileguarsi, mentre autocarro e refurtiva sono stati sequestrati per indagare sulla provenienza del materiale. Nonostante la fuga il 29enne è stato riconosciuto con certezza dai carabinieri, che lo hanno denunciato per ricettazione e indagano per identificare anche i complici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

  • Grande fiera nel pieno centro del paese: deviazioni per auto e bus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento