Nuovo riconoscimento per Ousmane, il senegalese che si tuffò nel Brenta per salvare un uomo

Lui non era fisicamente presente perché impegnato al lavoro, ma il presidente del consiglio comunale di Padova Giovanni Tagliavini ha voluto omaggiarlo «per il coraggio, l'altruismo e la generosità»

Un nuovo riconoscimento a Ousmane Cissokho, il valoroso senegalese che a fine gennaio si era tuffato sulle gelide acque del Brenta, tra Cadoneghe e il quartiere Torre, per salvare un anziano padovano. Un gesto che non ha lasciato indifferenti e che ha già visto il plauso, con una medaglia, da prima del Comune di Montegrotto Terme e ora anche della città del Santo.

Le motivazioni

Il presidente del consiglio comunale di Padova Giovanni Tagliavini nella serata di lunedì 11 febbraio ha voluto rendergli omaggio "per il coraggio, l'altruismo e la generosità". L’eroe 21enne non era presente alla cerimonia perché impegnato al lavoro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento