Antonino Cannavacciuolo, ma non solo: in arrivo il Salone dei Sapori, il food festival di Padova

Lo chef stellato sarà il testimonial dell'importante kermesse in programma da mercoledì 8 a domenica 12 maggio e che animerà la citta del Santo celebrando a dovere il Sotto il Salone, mercato coperto più antico d'Europa

Antonino Cannavacciuolo, testimonial del "Salone dei Sapori"

“Nessuno ci può togliere 800 anni di Storia, Arte e Sapori”. Tre parole già di per sé importanti. Con le iniziali in maiuscolo, poi, assumono ancor più valore. Senza, però, risultare esagerate. Soprattutto in questo caso. Preparatevi, quindi, a celebrare in grande stile uno dei Simboli di Padova. Perché se lo merita tutto.

Il “Salone dei Sapori”

Iniziate segnandovi le date: da mercoledì 8 a domenica 12 maggio. E saranno cinque giorni davvero intensi: stiamo parlando del “Salone dei Sapori”, il food festival di Padova, grande evento gratuito in cui sarà possibile condividere l’amore per i grandi sapori del territorio e per i simboli storici (e unici al mondo) della città del Santo. Tra questi c'è senza dubbio lui: Sotto il Salone, mercato coperto più antico d'Europa, che ha appena tagliato l'incredibile traguardo dei suoi primi 800 anni di vita. E quale modo migliore per festeggiarlo se non con una kermesse in cui “il Gusto incontra la Scienza” e che propone show cooking con chef stellati, incontri didattici e talk con grandi ospiti e relatori per raccontare il territorio e i suoi prodotti, degustazioni e spettacoli di piazza? Tutto questo è il “Salone dei Sapori”.

Manifesto SDS bozza-2

Ospiti d'onore

E avrà un testimonial di assoluta eccezione: Antonino Cannavacciuolo, chef di Villa Crespi (e di “Masterchef”, ça va sans dire) che può vantare 5 stelle Michelin suddivise in tre ristoranti, 3 forchette dalla guida del Gambero Rosso e 4 cappelli dalla guida dell'Espresso. Sarà lui a “capeggiare” una squadra di grandi cuochi stellati, in primis la famiglia Alajmo, vera icona della cucina padovana. Ce ne sarà per tutti i gusti: dai grandi amanti della buona cucina e del buon vino, agli appassionati di scienza e cultura, dalle famiglie ai professionisti del settore. Sarà possibile mangiare, bere, degustare nuovi sapori, comprare prodotti d’eccellenza, divertirsi con della buona musica e stare in compagnia con i propri cari. Tra i grandi temi affrontati dalla manifestazione ci saranno ecosostenibilità, bio & green, alta cucina, formazione, ricette tradizionali, sana alimentazione, mondo beverage e innovazione in una serie di incontri organizzati con la collaborazione dell'Università di Padova e Slow Food. Il tutto nel cuore pulsante del gusto e della storia della città, tra il Palazzo della Ragione, Piazza della Frutta e delle Erbe, per gustarsi otto secoli di cultura e tradizioni intramontabili e otto secoli di delizie e bellezze in una volta sola. Una cornice a dir poco prestigiosa, che chiama a raccolta non solo i cittadini padovani ma chiunque ami i sapori veri per festeggiare con appuntamenti imperdibili assieme a ospiti illustri, docenti universitari, cuochi d'eccellenza, grandi comunicatori e vere e proprie autorità del mondo dell’alta cucina e dell’enogastronomia. Perché, come affermano con orgoglio gli organizzatori, “in molti hanno in bocca la parola eccellenza, ma in pochi hanno avuto modo di gustarla e apprenderla veramente”.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

E questa è l’occasione ideale per assaporare il vero non plus ultra culinario, per perdere la testa tra i banchetti degli “spunciotti” gourmet reinterpretati da grandi chef e ristoratori premiati e per ubriacarsi di sapori e di saperi con eventi che sorprenderanno il pubblico di tutte le età in un contesto unico al mondo. Il gran finale? Una serie di show cooking in piazza nella giornata di domenica 12 maggio durante i quali chef di prim'ordine cucineranno live consentendo ai presenti di seguire le ricette passo dopo passo tramite videowall.

Le reazioni

L'assessore Antonio Bressa è a dir poco entusiasta: «Sapete che stiamo lavorando da tempo per questo importante appuntamento, pensato per celebrare il Salone e il suo mercato coperto. È un anno importante in quanto siamo ufficialmente candidati anche per Padova Urbs Picta, quindi considero questa anche come un'importante azione di marketing territoriale. Non si è mai visto un simile food festival all'ombra del Santo».

I partner dell'evento

L'evento è realizzato con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Padova e della Regione Veneto e con il patrocinio dell'Università di Padova, ideato e promosso da Superfly Lab e organizzato da "Veneto Suoni e Sapori" in collaborazione con Appe, Consorzio Sotto il Salone, Slow Food Veneto, Promex Camera di Commercio, Consorzio dei Vini dei Colli Euganei, Confesercenti, Ascom Padova, Coldiretti, Cia Agricoltori Italiani, Dieffe Accademia delle Professioni, Scuola Alberghiera di Abano Terme, Mark Co. & Co., Marketers Academy, Consulenza, pubbliche relazioni e ufficio stampa di Idea Food & Beverage. I due principali partner economici sono Intesa San Paolo e Gruppo Aspiag - Despar.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Vintage Festival, festa dell’uva e del vino, incontri culturali e sagre: il weekend a Padova

  • Evasione fiscale: le fiamme gialle confiscano 500mila euro di beni a un imprenditore

  • Curva ad alta velocità, auto sbanda e si rovescia di prima mattina: ferita una donna

  • Auto esce di strada dopo essersi cappottata più volte: tre feriti, uno è grave

Torna su
PadovaOggi è in caricamento