"Lord" resta imprigionato nell'ex base di Bagnoli: i pompieri lo salvano dopo un'ora

L'intervento dei vigili del fuoco si è reso necessario perchè il cane si era infilato in un buco ed era rimasto bloccato per colpa della grata. Dopo un'era era salvo

“Lord” un cane da caccia di razza Breton è caduto in un pozzetto di scarico dell’acqua pluviale nella tarda mattinata di giovedì, finendo in una condotta interrata e bloccata da una grata. Per salvarlo i vigili del fuoco hanno lavorato diverse ore, riuscendo a estralo sano e in buone condizioni.

Il salvataggio

Il fatto è successo verso le 11.30 quando il cane di razza Breton a spasso per la campagna con il suo padrone, forse incuriosito da un animaletto, è entrato in un buco della rete dell’ex base missilistica di Bagnoli di Sopra per poi cadere in un pozzetto profondo di uno scarico pluviale. Lord, caduto nel buco, è riuscito a percorrere i circa venti metri di tubo sotterrato per poi arrivare sul fine della condotta, sbarrata da una grata di ferro. I vigili del fuoco hanno lavorato oltre un’ora per togliere la griglia, oramai ostruita anche dal terreno, fino a riuscire a liberare il cane. Lord ha ripreso subito a scodinzolare girando intorno ai componenti della squadra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cane salvato 1-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mascherine Grafica Veneta, da mercoledì 24 la distribuzione in 41 supermercati di Padova

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • «Chiudiamo i distributori a partire da mercoledì 25»: l'annuncio dei benzinai

  • Il professor Basso: «Neppure durante la peste si è chiuso tutto. E morì metà popolazione»

  • «70mila mascherine distribuite gratis in farmacia da martedì 24»: ecco come ritirarle

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

Torna su
PadovaOggi è in caricamento