Rinchiude la madre e scappa per gettarsi nel fiume, salvata dopo una telefonata disperata

É stata raggiunta e convinta dai carabinieri a desistere dal gesto estremo una ventenne veronese che lunedì notte ha tentato il suicidio nella Bassa Padovana

(foto: archivio)

A far scattare l'allarme è stata la madre, che con la famiglia risiede nella zona di Legnago. É la notte tra lunedì e martedì, poco prima la ragazza è uscita di casa portando con sé le chiavi e bloccando all'interno la donna.

La fuga

La giovane, poco più che ventenne, attraversa un periodo difficile dal punto di vista psicologico per alcuni problemi in famiglia. Quella sera aveva manifestato chiaramente l'intenzione di uccidersi e a nulla sono valsi i tentativi della madre di fermarla. Appena la figlia è uscita, ha allertato il 118 che a sua volta ha avvisato i carabinieri della compagnia di Legnaro e della stazione di Cologna Veneta che hanno immediatamente avviato le ricerche.

Il salvataggio

Arrivati nell'abitazione e liberata la donna, si sono poi messi sulle tracce della ragazza. L'hanno raggiunta nella frazione San Salvaro di Urbana, estrema propaggine della provincia padovana. Era lungo l'argine del Fratte, intenzionata a gettarsi in acqua. I militari sono riusciti a stabilire con lei un contatto verbale, avvicinandosi poi per tranquillizzarla. Convinta a desistere dal gesto estremo, la 23enne è stata presa in carico da un'ambulanza e trasportata all'ospedale Fracastoro. Ricoverata, resterà sotto osservazione per l'avvio di una terapia psichiatrica e psicologica.

Leggilo anche su VeronaSera

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento