Si schianta contro un platano a 300 metri da casa: muore un centauro di 28 anni

L'incidente si è verificato nella serata di domenica a Masi: il giovane aveva trascorso una giornata con gli amici, poi il tragico incidente in sella alla sua Aprilia

La serata di domenica è stata macchiata da un gravissimo incidente stradale nella Bassa Padovana dove ha perso la vita un giovane di 28 anni. Lo schianto è avvenuto verso le 20 a Masi, a circa 300 metri da dove abitava Diego Costa che è morto in sella alla sua Aprilia 600, dopo essere finito contro un platano.

L'incidente

Il centauro aveva trascorso la giornata in una piscina di un comune limitrofo insieme agli amici quando verso le 20, lungo la provinciale 91 Moceniga, stava percorrendo con la sua Rsv4 la strada in direzione Masi e ha perso il controllo della due ruote che è uscita di strada finendo contro l'albero. Il motociclista è morto sul colpo nonostante l'intervento immediato dei sanitari del Suem 118 e quello dei carabinieri per i rilievi. Il ventottenne abitava con la compagna in centro al comune della Bassa e sin da bambino aveva vissuto poco distante dal luogo della tragedia insieme ai genitori.

Appassionato di musica

Costa, che lavorava come autotrasportatore, era molto conosciuto a Masi: il papà fa l'ambulante vendendo formaggi ai mercati e il fratello è il presidente della Pro Loco. Amava la musica e si adoperava per le feste e le sagre di paese. Tra le sue passioni suonare il basso e la sua squadra del cuore, la Juventus. 

Incidente Masi 2-3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento