Il Veneto si ritrova a Padova: sciopero generale Fiom Cgil e studenti in piazza

La città del Santo stamattina ospiterà i manifestanti di tutto il Veneto e del Trentino. Alle 9 la partenza del corteo da piazzale Stazione. In piazza dei Signori l'intervento del segretario generale Maurizio Landini. Anche le scuole si mobilitano

Studenti e metalmeccanici insieme in protesta in piazza dei Signori a Padova (fonte Twitter ‏@Studentiper_Uni)

Padova oggi è la capitale veneta della protesta dei lavoratori della Fiom Cgil e della mobilitazione studentesca.

LO SCIOPERO DELLA FIOM. I primi, i metalmeccanici, hanno indetto una due giorni di sciopero generale di 8 ore cominciato ieri in alcune regioni come la Lombardia, le Marche e la Toscana. Alla base della protesta la scelta di Federmeccanica di firmare un nuovo accordo separato sul Contratto nazionale della categoria. Le tute blu della Cgil si mobilitano “per la democrazia, il contratto, il reddito, l'occupazione”. Oggi tocca anche alle altre 17 regioni scendere in piazza. Per il Veneto la manifestazione regionale si svolge a Padova. Il concentramento dei manifestanti provenienti dalle varie province e anche dal Trentino è fissato per le ore 9 nel piazzale della Stazione ferroviaria. Un corteo partirà da qui diretto in piazza dei Signori dove si è previsto l'intervento del segretario regionale Maurizio Landini.

GLI STUDENTI. Sempre oggi, e sempre a Padova, è indetta una manifestazione studentesca regionale, già ribattezzata "#6D" dal popolo di Twitter. Il concentramento come per i lavoratori sempre alle ore 9 in piazzale della Stazione. La battaglia, che da settimane sta mobilitando gli studenti delle scuole superiori in autogestioni, occupazioni e scioperi contro gli ennesimi tagli del governo all'istruzione pubblica, culminerà oggi con un nuovo corteo di protesta. Più di 40 scuole in agitazione da tutto il Veneto scenderanno in piazza a Padova. Dalla città e dalla provincia euganea non mancheranno gli studenti del Marchesi-Fusinato, del Leonardo da Vinci, del Valle, Bernardi, Severi, San Benedetto da Norcia, Belzoni, Enaip, Ruzza, del De Nicola di Piove di Sacco, del Meucci, del Fanoli e del Girardi di Cittadella, dell'Istituto Jacopo da Montagnana. E tanti altri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento