"Sconto bimbi educati": se fanno i bravi, il conto all'enoteca è meno salato per i genitori

L'iniziativa di Antonio Ferrari, titolare dell'omonimo locale in via Umberto I a Padova. Le famiglie con figli che stanno composti e non mettono a soqquadro il locale pagano meno

A sinistra l'enoteca, a destra lo scontrino con lo sconto (foto: Facebook)

Nella sua bottega-bistrot, le famiglie con bambini ammodo, che sanno stare composti a tavola e non si mettono a scorrazzare per il locale creando confusione, troveranno una gradita sorpresa al momento di pagare il conto: uno sconto sul totale del 5%. Con tanto di voce ad hoc sullo scontrino: "Sconto bimbi educati".

L'INCENTIVO PER "BUONA CONDOTTA". L'iniziativa è di Antonio Ferrari, titolare dell'omonima enoteca in via Umberto I a Padova, che ha deciso di condividerla con un post su Facebook in cui immortala il conto presentato a una comitiva di 10 persone, per lo più bambini, che domenica ha educatamente pranzato nel suo locale: 262 euro, dai quali 13 euro erano stati, nero su bianco, scomputati dallo scontrino appunto per la "buona condotta" dei pargoli. Un incentivo che Ferrari ha voluto inserire da quando, con l'inizio del nuovo anno, ha aperto l'enoteca anche la domenica a pranzo, con una clientela che vede molte più famiglie con prole al seguito rispetto all'orario aperitivo o serale a cui era abituato.

"I BIMBI SONO SEMPRE I BENVENUTI". "Un'iniziativa che ho mutuato dagli Stati Uniti, lì l'ho potuta vedere messa in pratica per la prima volta, l'ho personalmente gradita e riproposta - spiega il titolare del locale - Credo sia bello per un genitore, a posteriori, ricevere questa specie di 'pacca sulla spalla'. Magari ha la fortuna di avere un figlio più tranquillo di un altro, magari invece è stato più bravo ad educarlo. Non si vuol giudicare nessuno, non ci sono parametri. I colori per i bimbi al tavolo ci sono, ma non siamo un tipico locale con la ludoteca o l'angolo giochi. La nostra è una proposta un po' più impegnativa, che non è solo per bimbi, che sono i benvenuti. Se corrono e fanno un po' di confusione, va bene lo stesso. Che ci siano anche loro, è il bello della domenica, meglio magari se li sappiamo integrare, gestire".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Tamponato dall'amico dopo la frenata improvvisa: motociclista di Este muore in Cadore

  • Cronaca

    Spaccata in Galleria Borromeo, la sesta in due mesi. Il titolare: "Cosa devo fare per difendermi, armarmi?"

  • Cronaca

    West Nile, non solo Cadoneghe: quattro nuovi casi registrati a Ferragosto nel Padovano

  • Cronaca

    Doppia rapina violenta con passamontagna e piede di porco: vittime minacciate e malmenate

I più letti della settimana

  • Anna Fasol è stata ritrovata a Roma: si chiude il caso della mamma di Cittadella scomparsa nel nulla

  • L'ingegner Maiorana, Università di Padova: “Molto plausibilmente il crollo è avvenuto a livello della pila centrale"

  • Una boccata d'ossigeno: la Regione Veneto 'sblocca' quasi 32 milioni di euro

  • Dramma nel fiume Brenta: muore annegato un giovane, un altro è ricoverato in ospedale

  • Tragedia nella notte: muore 16enne trafitto da un vetro che gli ha reciso l'arteria femorale

  • Lite per la tinta tra parrucchiera e cliente insoddisfatta che non vuole pagare: "Minaccia di radermi a zero!"

Torna su
PadovaOggi è in caricamento