Scontri di Bologna, tra i feriti tre poliziotti del Reparto Mobile di Padova

Prognosi da 3 a 10 giorni, la solidarietà del Coisp: "Bollettino di guerra in ogni manifestazione"

Fanno parte del Reparto Mobile di Padova tre dei poliziotti feriti ieri sera a Bologna nel corso degli scontri con militanti dei centri sociali, che volevano impedire un comizio di Forza Nuova: per loro prognosi di 10, 5 e 2 giorni. "

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solidarietà

Solidarietà e vicinanza è stata espressa da Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, ai poliziotti del Reparto Mobile di Padova rimasti feriti ieri sera
“Tre nostri colleghi - spiega Pianese - sono rimasti feriti, uno con dieci giorni di prognosi, uno con cinque giorni di prognosi e uno con due giorni di prognosi per bombe carta. Siamo stanchi di dovere diramare un bollettino di guerra ad ogni manifestazione politica: chiediamo che manifestazioni a forte  rischio di incidenti non vengano autorizzate, e che comunque gli organizzatori vengano ritenuti responsabili dei danni causati. C’è una diffusa sensazione di impunità che alimenta la violenza contro gli avversari politici e  contro le forze dell’ordine chiamate a garantire l’ordine pubblico e la sicurezza degli stessi manifestanti. Non è possibile che nessuno sia chiamato alle proprie responsabilità davanti ai danneggiamenti e alle aggressioni violente, e che a pagare sia sempre e soltanto chi veste una divisa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento