Falso medico gestiva clinica clandestina: denunciato

A gestire la struttura una donna cinese. All'interno dell'appartamento adibito a clinica sono stati trovati farmaci ed attrezzi specifici per l'interruzione di gravidanza

Una donna di nazionalità cinese è stata denunciata dalla polizia per esercizio abusivo della professione medica, importazione e somministrazione non autorizzata di farmaci e per interruzione abusiva della gravidanza. La donna, infatti, gestiva a Padova una clinica abusiva senza avere la qualifica di medico.

La triste scoperta è stata resa possibile grazie alle indagini avviate dalla squadra Mobile padovana, dopo il ricovero in ospedale di un'altra donna, sempre di nazionalità cinese, con evidenti sintomi di interruzione di gravidanza. Le indagini hanno portato  gli agenti della Squadra Mobile, coordinati dal pm Vartan Giacomelli alla 'clinica'.

Al momento dell'irruzione nell'appartamento dove la clinica era stata allestita la polizia ha trovato un 'cliente' a cui si stavano somministrando farmaci per via endovenosa, oltre a medicinali ed attrezzi specifici per l' interruzione di gravidanza. Parte dell'appartamento è stato sottoposto a sequestro. Il falso medico viveva in casa con la figlia minore.



 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento