Maxi sequestro: i prodotti contraffatti diretti in Romania fanno denunciare il camionista

Un camion visibilmente troppo carico, che non è sfuggito all'occhio acuto degli agenti della polizia stradale in servizio lunedì mattina lungo la A4, ha portato al sequestro di tre tonnellate di merce contraffatta e alla denuncia dell'autotrasportatore

Le decine di confezioni sequestrate a bordo del tir

Nel rimorchio del tir fermato all'altezza di Mestrino i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato quasi diecimila confezioni di profumi che riproducevano un noto marchio francese di alta moda. Il camionista è indagato per contraffazione e ricettazione.

I conti non tornano

A destare i sospetti degli agenti è stato l'aspetto del mezzo pesante, evidentemente troppo carico. Intercettato sulla carreggiata est dell'autostrada A4, il camion con targa polacca è stato seguito e bloccato. Al volante un romeno di 35 anni, che ha spiegato di essere partito poco prima da Milano per rientrare in Romania. Controllando i documenti di circolazione e il carico è subito emersa un'incongruenza: dentro i cassone c'erano 9824 profumi e cosmetici di marca Chopard, poi risultati tutti contraffatti. Per di più il loro peso (3160 chili) era di 1500 chili superiore al massimo consentito e dichiarato.

Multa, sequestro e denunce

L'eccedenza di massa, particolarmente pericolosa perché incide sui tempi di frenata e la tenuta di strada del veicolo, ha comportato una multa per il camionista che, non avendola pagata in loco e a fronte delle irregolarità nei documenti, si è visto sequestrare il veicolo. Una volta in questura è stato accertato che i cosmetici erano tutti dei falsi ma il romeno non ha dato spiegazioni in merito alla loro provenienza, se non dicendo di averli ritirati da un grossista milanese. Sequestrati i prodotti, il conducente è stato denunciato per contraffazione e ricettazione in attesa di ulteriori sviluppi nelle indagini.

profumo chopard tarocco contraffatto-2

I numeri dei controlli

Le verifiche sui mezzi pesanti sono un impegno costante per la polizia stradale, che nel 2018 in Veneto ne ha controllati quasi 3400 tra veicoli per il trasporto di merci e persone. 1117 quelli risultati non in regola con quasi quattromila infrazioni: a farla da padrone sono i mezzi senza i controlli obbligatori per legge, seguiti dal mancato rispetto dei tempi di riposo dei camionisti che spesso guidano per molte più ore del consentito mettendo a rischio l'incolumità propria e altrui.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    L'assenza allarma i vicini: anziano trovato cadavere in casa. Era morto da giorni

  • Politica

    Parcheggio Europa, concessione in scadenza non rinnovata. Dieci dipendenti rischiano il posto

  • Sport

    Citta, che peccato, il sogno è quasi sfumato: il Benevento rimonta e si impone 2 a 1

  • Meteo

    Maltempo, nuova allerta arancione per il bacino Basso Brenta-Bacchiglione

I più letti della settimana

  • «Siamo ai 220», poi lo schianto fatale: 35enne padovano muore dopo la diretta Facebook

  • Dramma della solitudine: giovane stroncata in casa, era morta da giorni

  • Blitz in azienda, quasi metà degli operai sono irregolari. Pesanti sanzioni in arrivo

  • Pauroso frontale a Rubano: donna di 84 anni muore nello schianto

  • Scuolabus si ribalta: undici bambini feriti. Catturato l'autista in fuga, aveva bevuto

  • Il finocchio: le sue proprietà, le controindicazioni e gli usi in cucina

Torna su
PadovaOggi è in caricamento