Farmacia mette vibratori in vetrina "Fanno bene, non è uno scherzo"

Qualcuno potrebbe ritenere inopportuna la scelta di esporre, in pieno centro a Padova, quelli che, di primo acchito, potrebbero sembrare dei sex toys. Farmacista: "Scientificamente testati, infrangiamo un tabù"

La vetrina della farmacia

Non è uno scherzo, e i dipendenti di una farmacia in centro a Padova ci tengono a sottolinearlo. Certo, incuriosisce una vetrina in cui, bando ai tradizionali prodotti farmaceutici, spuntano, e non te lo aspetti, dei vibratori rosa e delle sfere vaginali. E, in effetti, chi passa guarda. Ma pochi sanno, forse, che i "sex toys" esposti dalla farmacia sono dei veri e propri strumenti terapeutici, riconosciuti da studi scientifici, solo spesso messi alla berlina perché certe cose sono ancora un tabù.

INFRANGERE UN TABÙ. "È una vetrina d'impatto - riconosce la farmacista - e sapevamo d'incorrere in un rischio, del resto il nostro scopo era proprio quello d'infrangere un tabù, con tutte le conseguenze del caso". Già, perché, di fronte ad una farmacia che espone prodotti che siamo abituati a vedere in tutt'altro tipo di esercizi commerciali, si rimane un po' spiazzati: "Sappiamo che la gente scatta foto, ride, e ci sta, ma il nostro obiettivo è la salute delle persone".

STUDI CLINICI. "Questi strumenti vengono impiegati in campo medico per curare alcune patologie - spiega la dipendente - come il prolasso dell'utero, l'incontinenza urinaria, che - sottolinea - colpisce in media una donna su tre. I nostri prodotti aiutano la tonificazione del pavimento pelvico e sono particolarmente indicati per le donne in età avanzata, ma anche per le neo mamme, e per i problemi post-partum".

UNA FORMA PARTICOLARE. Guardandoli da vicino, in effetti, i "sex toys" della farmacia hanno delle forme particolari, non sono dei normali "dildo" da sexy shop: "Certo - spiega la farmacista - si tratta di forme studiate ad hoc per ottenere effetti benefici, ad esempio le sfere vaginali sono molto efficaci per un certo tipo di trattamenti scientificamente riconosciuti, come l'esercizio di Kegel (contrazioni volontarie per esercitare i muscoli del pavimento pelvico, prescritte in caso di incontinenza urinaria, ndr)".

LE RECENSIONI. Inevitabile una domanda sulle reazioni della clientela. "Molte donne hanno chiesto informazioni in merito ai nostri prodotti, e non solo le più giovani, anche donne anziane, con problemi d'incontinenza. Sono passati anche diversi ginecologi, che ci hanno fatto i complimenti per la nostra scelta di vendere questo genere di strumenti. Loro di solito prescrivono certi esercizi, ma non sapevano esistessero dei veri e propri oggetti ideati ad hoc".

UNA SCELTA. In realtà la vetrina, a rotazione con le altre, gira già da un anno e mezzo: "Teniamo questa linea da oltre un anno in negozio, e così anche l'esposizione torna ciclicamente. La nostra è una scelta, perché i prodotti sono buoni e perché possono davvero risolvere dei problemi di salute. C'è gente che li importa dall'America o li ordina in internet, noi abbiamo deciso di venderli nella nostra farmacia. La gente non è abituata, ma noi vorremmo che si parlasse anche di questo - conclude - non vediamo quale sia il problema, se possono aiutare".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Uomo cerca di dare fuoco alle pompe di benzina: tragedia sfiorata a Chiesanuova

  • Cronaca

    Scomparsa di Luca Tacchetto, il premier canadese: «Edith è viva».

  • Cronaca

    De Leo-Tindaci, il mistero delle foto a 14 anni dall'incidente. La famiglia di Mattia vuole la verità

  • Cronaca

    Più forti dei vandali: tornano a gonfiarsi le "bolle" del Pier88

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto in Romagna: la terra trema anche in tutto il padovano

  • Gravissimo incidente nell'Alta: le vittime sono due anziani fratelli, morti tra le lamiere

  • Investimento mortale in stazione, treni in tilt: ritardi fino a tre ore su tutta la linea

  • Tremendo schianto auto-camion: morto il sommelier padovano dell'Antico Brolo

  • Tragedia sul lavoro: investito dal collega, muore dopo la disperata corsa all'ospedale

  • Si accordano per una prestazione sessuale, poi lui ci ripensa: lei gli estorce 20 euro

Torna su
PadovaOggi è in caricamento