Abusivi e degrado: scatta lo sgombero del rifugio degli sbandati, c'è anche un minore

Una palazzina di via Confalonieri è stata sgomberata grazie ai vigili urbani che hanno denunciato gli occupanti abusivi all'interno. Tutti gli accessi sono stati blindati

Gli agenti della polizia locale durante lo sgombero

Cinque giovani stranieri sono stati sorpresi all'interno di un palazzo inagibile in via Confalonieri, tra la Fiera e la Stanga, sgomberato martedì mattina dalla polizia locale.

Lo sgombero

L'operazione è scattata in seguito alle segnalazioni di alcuni residenti e all'esposto presentato da uno dei proprietari. Da tempo, nonostante lo stabile fosse ufficialmente disabitato perché dichiarato inagibile, all'interno si notavano movimenti sospetti. Quando gli agenti sono arrivati sul posto insieme a una ditta specializzata per sigillare gli accessi in uno degli alloggi hanno trovato cinque giovani tunisini, tutti irregolari, uno dei quali minorenne.  Per entrare e uscire avevano divelto la rete e la porta finestra di un terrazzo al primo piano, creando all'interno un alloggio di fortuna. Non c'erano tracce di droga, ma i cinque nordafricani sono sospettati essere inseriti in un giro di spaccio. Tutti sono stati fotosegnalati e denunciati, danneggiamento e occupazione abusiva le accuse contestate. Il quindicenne, preso in carico dai servizi sociali del Comune, finirà in una comunità protetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento del sindaco

Sul caso è intervenuto anche il sindaco Sergio Giordani, che sottolinea la ferma intenzione di combattere le situazioni di degrado e abusivismo. «Lo sgombero è la prova dell'attenzione a stroncare sul nascere fenomeni di degrado e illegalità nei quartieri» commenta il primo cittadino «Ciò è possibile solo investendo nel dialogo con i residenti. Avanti così, con la collaborazione dei cittadini, delle forze dell'ordine e della polizia locale, senza badare alle battute da social network».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: altri anziani morti, a Padova 2,3 positivi ogni mille abitanti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento