Sgombero all'ex foro boario corso Australia: 13 occupanti abusivi

Dieci romeni e tre serbi avevano occupato abusivamente con giacigli di fortuna l'area a Padova. Si tratta di soggetti già noti alla polizia locale per la loro attività di accattonaggio in centro città. Sono stati tutti denunciati

Lo sgombero in corso Australia

Venerdì all'alba, la polizia ha effettuato uno sgombero all’ex Foro Boario di corso Australia a Padova, dove dieci romeni e tre serbi avevano occupato abusivamente con giacigli di fortuna il sottoportico dell'ex pub "Cojote Ugly" e quello che dà sul laboratorio di chimica agraria.

LO SGOMBERO. Gli stranieri sono stati fotosegnalati ed identificati. Si tratta di persone già note alla polizia locale, per la loro attività di accattonaggio nelle zone centrali della città, e già più volte sanzionate e denunciate.

DENUNCIATI GLI OCCUPANTI. I tredici occupanti sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per occupazione abusiva. Per tutti è scattata la sanzione per bivacco, come previsto dal regolamento di polizia urbana. I tre serbi saranno anche denunciati per violazione delle norme sull'immigrazione, non essendo comunitari.

RIPULITA L'AREA. Al termine dell'operazione di sgombero, sul posto sono intervenuti alcuni addetti del Comune, per sigillare le finestre che portano all'interno dei locali dell'ex protezione civile, e una squadra di AcegasApsAmga, che ha provveduto a pulire il portico e ad asportare i rifiuti abbandonati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Vintage Festival, festa dell’uva e del vino, incontri culturali e sagre: il weekend a Padova

  • Evasione fiscale: le fiamme gialle confiscano 500mila euro di beni a un imprenditore

  • Curva ad alta velocità, auto sbanda e si rovescia di prima mattina: ferita una donna

Torna su
PadovaOggi è in caricamento