La nuova oasi dello spaccio cittadino: droga ai 15enni dopo l'uscita da scuola

Ha solo 15 anni il cliente di un pusher scoperto all'ora di pranzo dai carabinieri. Il ragazzino se la caverà con una sonora lavata di capo, due spacciatori sono finiti in arresto

Ormai il lembo di terra che è la passeggiata intitolata ad Arturo Miolati è diventato un'area fertile per gli spacciatori, che concludono i loro affari in pieno giorno anche davanti alle forze dell'ordine. Lo testimoniano i due arresti di mercoledì pomeriggio.

Nuova area di spaccio

A finire in manette sono stati un 20enne gambiano e un 22enne nigeriano, entrambi bloccati dai carabinieri in quella che è diventata una delle nuove zone regine dello spaccio in città. Dopo mesi duri per i pusher con base ai giardini dell'Arena, che in autunno sono stati bonificati ospitando eventi e iniziative, gli spacciatori hanno spostato di pochi metri la loro base logistica. Hanno scelto la passeggiata Miolati, tratto erboso che costeggia il canale lungo via Trieste, con accesso dal parcheggio multipiano di via Gozzi.

Droga ai ragazzini

Qui i militari mercoledì alle 13 hanno assistito a uno dei sempre più frequenti smerci di droga sotto la luce del sole. Un 20enne nato in Gambia ha venduto una dose da 1 grammo di marijuana a un ragazzino, che si è poi scoperto avere appena 15 anni. Bloccati e identificati entrambi, lo spacciatore è stato arrestato e portato nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo di giovedì mattina, che lo ha rimesso in libertà. Il minorenne invece è stato affidato ai familiari, che hanno andare in caserma a recuperarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gruzzolo in tasca

Erano invece maggiorenni i protagonisti di una scena analoga successa alle 16 nella stessa zona. In questo caso un 22enne nigeriano è stato visto cedere 2 grammi di marijuana a un tunisino, ma la vera sorpresa è arrivata con la perquisizione. In tasca infatti il pusher aveva altre dosi di stupefacente, per 12 grammi totali. Vista la quantità ed essendo stato colto in flagrante, anche lui è stato arrestato per spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento