"Non sai mai chi ti trovi davanti" Edicolante sente i ladri e spara

Ha capito che i banditi si erano intrufolati nel suo negozio, a Mezzavia di Due Carrare, così è sceso dalla sua abitazione, al piano superiore, e ha fatto fuoco (con una pistola giocattolo). Ladri in fuga, ma grossi danni

Maurizio Bozzelli davanti all'edicola di Mezzavia (fonte Facebook)

Ha visto i ladri e ha sparato. Con una pistola giocattolo, s'intende, il titolare dell'edicola di Mezzavia di Due Carrare, Maurizio Bozzelli, ex consigliere comunale. Pochi colpi in aria, per mettere in fuga i malviventi che si erano introdotti nella cartolibreria. Se siano fuggiti terrorizzati dagli spari oppure perché le slot machine all'interno del locale erano troppo resistenti da portar via, questo non si sa: sta di fatto che il colpo è andato letteralmente "in fumo".

IL TENTATO FURTO. L'episodio domenica, nel cuore della notte, tra le 3.25 e le 3.50. I banditi hanno forzato la saracinesca del negozio e infranto con un tombino la vetrata del locale. Poi hanno iniziato a trafficare all'interno. L'uomo, che abita al piano superiore, ha avvertito dei rumori e quando ha capito che qualcuno stava cercando di derubarlo si è fiondato giù per le scale con l'"arma" e ha iniziato a sparare. "Avevamo già subìto un furto in marzo - racconta Maurizio Bozzelli - e non volevamo che la cosa si ripetesse. Ho iniziato a sparare con una pistola giocattolo, di quelle che si vendono senza licenza, per mettergli paura. Non sai mai chi ti trovi davanti - continua - quindi prima di entrare in negozio ho esploso due botti".

PARECCHI I DANNI. La banda di malviventi ha fatto purtroppo parecchi danni, tra l'ingresso scassinato e il tentativo di asportare le slot: "Non hanno portato via nulla, ma ora con gli operai stiamo facendo i lavori per sistemare il negozio - spiega Bozzelli - non sappiamo se siano scappati per gli spari o perché le slot machine erano legate, praticamente era impossibile prenderle. Poi è pure scattato l'allarme sonoro".

LA DENUNCIA. Lunedì pomeriggio l'edicolante ha sporto denuncia ai carabinieri della stazione di Battaglia Terme. Dal racconto riportato ai militari, sarebbero cinque le persone che nella notte si sono introdotte all'interno del locale. L'arma impiegata per spaventare i ladri era munita di regolare tappo rosso. Sono in corso le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Smantellato giro di prostituzione e casa di appuntamenti in un residence della Guizza

  • Cadavere in un campo, è un cacciatore sessantenne scoperto da un agricoltore

  • Ciclista di 49 anni padovano viene travolto da un'auto nel veneziano: morto sul colpo

  • Prestigioso: alla professoressa padovana Daniela Lucangeli lo "Standout Woman Award"

  • Ancora sangue sulle strade padovane: 54enne si schianta contro un albero e muore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento