Sicurezza sul lavoro, bilancio 2015 degli Spisal di Padova: 1 cantiere su 4 non a norma

Lo scorso anno, sono state 2.508 le aziende oggetto ispezionate nella provincia, per un totale di 2.932 sopralluoghi; di 996 cantieri ispezionati, 253 sono risultati non in regola

Sono state 2.508, nel corso del 2015, le aziende oggetto di ispezione da parte degli Spisal della provincia di Padova, per un totale di 2.932 sopralluoghi effettuati; di 996 cantieri ispezionati, 411 lo sono stati per amianto e 253 (uno su quattro) sono risultati non a norma dopo il primo sopralluogo.

BILANCIO DEGLI SPISAL 2015. Sono state 226 le inchieste per infortuni che, nel 29,2% dei casi (66), si sono concluse con il riscontro di una violazione correlata all’evento. 555 le inchieste per la malattia professionale concluse, in 7 casi con violazione. Sono queste alcune delle cifre che disegnano il bilancio di attività degli Spisal della provincia di Padova che si sono riuniti, lo scorso 11 marzo 2016, nella sede della Direzione dell’Ulss 16 di Padova, in occasione del Comitato provinciale di coordinamento. Un tavolo che coinvolge non solo i tre Spisal delle Aziende Ulss 15, 16 e 17, ma tutte le parti sociali e gli enti istituzionali interessati al mondo del lavoro su scala provinciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

Torna su
PadovaOggi è in caricamento