Sportello badanti e colf: utenti in aumento

Tre gli sportelli della Provincia attivi a Padova, Monselice e Camposampiero. Il servizio è gratuito e ha l'obiettivo di agevolare la ricerca di personale e di dare informazioni utili sulla contrattualistica e la normativa vigente

centro-per-l-impiego-provincia-padovaContinua a crescere il numero degli utenti che si rivolgono ai tre sportelli Badanti attivati nei Centri per l’impiego della Provincia in collaborazione con Veneto lavoro.

Nel primo trimestre di quest’anno, infatti, sono arrivate 55 nuove richieste di personale e sono stati effettuati 85 incontri di consulenza e supporto alle famiglie. “Questo servizio – ha spiegato l’assessore provinciale al Lavoro e formazione Massimiliano Barison – offre un punto di riferimento importante sia per i lavoratori che cercano impiego, sia per i familiari che spesso devono improvvisamente trovare una figura adeguata alle loro esigenze. L’assistenza alla persona, infatti, è un lavoro molto delicato perché si entra nelle case e nella sfera privata delle famiglie, dunque i nostri operatori svolgono anche un servizio di mediazione e selezione mirato ai bisogni specifici di chi cerca colf o badanti”.
 
I tre sportelli della Provincia sono attivi a Padova, Monselice e Camposampiero. Il servizio è completamente gratuito e ha l’obiettivo di agevolare la ricerca di personale adeguato alle esigenze dei familiari e di dare informazioni utili sulla contrattualistica e la normativa vigente. Nei primi tre mesi del 2011 sono stati pubblicati anche 280 nuovi curriculum vitae e sono stati effettuati 536 colloqui con i badanti.
 
“I numeri dimostrano che si tratta di un servizio particolarmente apprezzato – ha aggiunto l’assessore Barison – Lo sportello offre infatti ogni tipo di informazione giuslavorista e accompagna famiglie e assistenti familiari in tutto il percorso di assunzione anche con un monitoraggio successivo. Inoltre, grazie al network che la Provincia ha formato con enti ed associazioni pubbliche e private che si occupano di lavoro, l’incrocio tra domanda e offerta è sempre più rapido e competitivo. Per questo abbiamo voluto che gli sportelli fossero attivati nei Centri per l’Impiego”.
 
SERVIZI. Tra i servizi messi a disposizione ci sono: colloqui di orientamento e ricostruzione del profilo individuale dei lavoratori e delle lavoratrici; selezione del personale; informazioni e assistenza sulle disposizioni previste dal contratto nazionale del lavoro domestico su inquadramento, ferie, retribuzione, tre
dicesima; informazioni e assistenza sulle comunicazioni obbligatorie per la messa in regola del lavoratore domestico; preventivi sui costi da sostenere; consulenza sulla stipula del contratto secondo il Ccnl domestico; consulenza sulla legislazione in vigore in materia di immigrazione nel caso si personale extracomunitario. Infine, gli sportelli ricevono anche le domande di coloro che desiderano iscriversi 
al Registro pubblico regionale degli assistenti familiari e sono parte attiva della rete regionale degli sportelli di assistenza familiare.
 
SPORTELLI. Gli sportelli badanti sono attivi nei Centri per l’Impiego di Padova, Sottopassaggio Saggin, 5 (tel 049.8201751; fax 049.8201759) con orari da lunedì al venerdì 8,30 - 12,30 e il lunedì e mercoledì pomeriggio (15 – 17); a Camposampiero in piazza Castello 35 (tel. 049-5790086; fax 049.9306007) aperto il martedì e il venerdì (8,30 – 12,30); a Monselice in via Squero 6/a (tel 0429/72171 e fax 0429/710553) aperto il giovedì dalle 9 alle 13. Informazioni: www.provincialavoro.padova.it 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento