Superluna: tutti col naso all'insù tra il 14 e il 15 novembre, meteo permettendo

Il cielo notturno avrà una luce del tutto speciale grazie alla Luna più grande e brillante degli ultimi sessant'anni: è la "Superluna", fenomeno dovuto alla coincidenza del plenilunio con il perigeo, cioè il punto di massimo avvicinamento del nostro satellite alla Terra

Un'occasione unica che si ripeterà solo tra decine di anni. Il cielo notturno avrà una luce del tutto speciale, lunedì, grazie alla Luna più grande e luminosa degli ultimi sessant'anni: è la "Superluna", effetto della coincidenza del plenilunio con il perigeo, cioè il punto di massimo avvicinamento del nostro satellite alla Terra.

QUANDO. Alle 21.09, ora italiana, la Luna si troverà a una distanza di 356.511 chilometri, il perigeo più vicino alla terra dal 1948: il diametro apparente sarà quindi del 14% più grande rispetto a una normale Luna piena, mentre l'aumento di brillantezza sarà di circa il 15%. Effetti che tuttavia potrebbero essere difficili da osservare, sia per l'inquinamento luminoso che per "l'illusione lunare", ovvero l'effetto ottico che rende la Luna apparentemente più grande quando è vicina all'orizzonte rispetto a quando è alta nel cielo (una differenza che può arrivare al 300%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

OCCASIONE UNICA. Secondo i tecnici della Nasa, la Luna diventerà piena circa due ore dopo il suo passaggio nel perigeo, e sarà questo il fattore che renderà il satellite particolarmente luminoso: potremo osservare non solo la Luna più vicina del 2016, ma soprattutto quella più grande del 21esimo secolo. Per vederne una simile dovremo aspettare altri 18 anni. Secondo gli ultimi aggiornamenti meteo, lo spettacolo sarà particolarmente bello al Nord e in Toscana, mentre su medio Adriatico, Sud e isole ci saranno probabilmente nubi e piogge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

  • Addetti al rifornimento scaffali: ricerca urgente per settore Gdo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento