Ladro ucciso a Civè, tabaccaio: "Ho sparato per difendere la mia famiglia"

A pochi giorni dall'agguato nel suo negozio di Correzzola parla il tabaccaio Franco Birolo che, trovatosi davanti un gruppetto di ladri, ha sparato ad uno di loro, il 20enne moldavo: "Da una parte mi sono trovato i banditi, dall'altra mia moglie e mia figlia: ho dovuto scegliere"

Uno striscione in paese (foto:youreporter.it)

“Da una parte mi sono trovato i banditi, dall'altra c'erano mia moglie e mia figlia: ho dovuto scegliere'.

PER DIFESA. E’ con queste parole che il tabaccaio di Civè, Franco Birolo, ha giustificato il suo gesto: sparare ad uno dei quattro ladri che, due giorni fa, erano entrati nella sua tabaccheria per derubarlo.

SOLIDARIETA' IN PAESE. Il fatto ha suscitato molto scalpore in paese dove molti, con degli striscioni, si sono schierati dalla parte del tabaccaio “perché si tratta di legittima difesa” e perché “esasperati” da tanta insicurezza che si respira in città.

"NON LO AUGURO A NESSUNO". Ma Birolo, indagato per omicidio, sta ora vivendo un momento difficile: “Pago le conseguenze di quanto è successo, ed è una cosa che non auguro a nessuno''.

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento