Escort per "necessità", ricattata dal cliente: "400 euro o mando ai genitori le tue foto nuda"

Vittima della vicenda una 29enne di Albignasego che dopo aver fatto sesso con un impiegato di Piombino Dese è finita sotto minaccia. L'uomo si trovava già in carcere per sequestro di persona dopo aver segregato una 26enne per un'intera notte

Non finiscono i guai per M.F., 40enne di Piombino Dese che nel settembre scorso finì in carcere per sequestro di persona dopo aver costretto in casa per una notte intera una escort che aveva poi rapinato. A parlare ora è una ventinovenne di Albignasego che, come riportano i quotidiani locali, si è rivolta ai carabinieri dopo che il 40enne l'ha minacciata.

TENTATA ESTORISIONE.

La giovane, senza lavoro, per non pesare sulla famiglia aveva deciso di fare la escort e questo l'ha portata all'incontro con l'impiegato di Piombino Dese. Durante i loro incontri la donna avrebbe accettato di farsi fotografare nuda e questi scatti sarebbero poi stati l'oggetto di ricatto: o la escort gli dava 400 euro oppure lui avrebbe mostrato le foto ai genitori di lei. La giovane non ha avuto timore e dopo le minacce si è rivolta ai carabinieri. Sul 40enne grava ora una denuncia per tentata estorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camerieri di un ristorante del centro pestati a sangue: mascella distrutta per uno dei due

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Un vero regalo di Natale: musei gratis per un mese per padovani e studenti universitari

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Parto di emergenza riuscito alla perfezione: la "nascita-lampo" di Ginevra a Camposampiero

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

Torna su
PadovaOggi è in caricamento