Ospedale Sant’Antonio, tenta di gettarsi dal cornicione: salvato

Ha provato a suicidarsi buttandosi dall'ottavo piano. Il motivo? L'imminente divorzio con la moglie. Tragedia scongiurata grazie all'intervento dalla stessa consorte e dei carabinieri

L'ospedale Sant'Antonio

Era appena andato dall’avvocato per discutere le pratiche di divorzio dalla moglie. Ma evidentemente non era quanto voleva, l’uomo che stamattina intorno a mezzogiorno ha provato a suicidarsi gettandosi dall’ottavo piano dell’ospedale Sant’Antonio in via Jacopo Facciolati.

SALVATO SULL’ORLO DEL PRECIPIZIO. L’intervento di una pattuglia dei carabinieri, su segnalazione della polizia, ha impedito il suicidio al marito disperato. Gli uomini dell’Arma lo hanno bloccato proprio sul ciglio del cornicione.

DISSUASO DALLA STESSA CONSORTE. Sul posto è arrivata anche la moglie a dissuaderlo dal compiere un’azione suicida. E forse, proprio la sua presenza a quell’ottavo piano del Sant’Antonio ha convinto l’uomo a desistere e scegliere di continuare a vivere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento