Terremoto, dal sindaco di Carceri la proposta: "Accogliere gli sfollati nelle nostre strutture"

Il primo cittadino su Facebook annuncia la proposta girata alla Regione: "Abbiamo nel nostro territorio le ex strutture ospedaliere di Este e Monselice, chiuse; con letti, mense, cucine e tutto ciò che serve per accoglierli con dignità"

Il sindaco (foto: Facebook - Niche70 ph)

Aiutare gli sfollati del terremoto del Centro Italia accogliendoli nelle strutture dismesse, ma comunque funzionanti, del Padovano in particolare dei territori di Este e Monselice. 

L'IDEA. La proposta da parte del primo cittadino di Carceri Tiberio Businaro che su Facebook annuncia di aver girato in queste ore l'idea anche alla Regione e all'Ulss 17 affinchè diventi possibilità concreta: "Nessun fratello in tenda! Oltre alla solidarietà, sto pensando alle priorità per i nostri fratelli terremotati. Non voglio sentir parlare di tendopoli, se gli alberghi si sono aperti per i profughi, per i nostri fratelli si devono utilizzare tutte le strutture disponibili. Abbiamo nel nostro territorio le ex strutture ospedaliere di Este e Monselice, chiuse; con letti, mense, cucine e tutto ciò che serve per accoglierli con dignità. Sto inviando una lettera alla Regione e all' Ulss 17 perchè si possa condividere questa proposta". Un'idea che è piaciuta a centinaia di sostenitori del primo cittadino, che vorrebbero fosse accolta subito dai vertici del governo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento