Teschio e ossa umani ripescati dal canale Sabbadina a Barbona

Il macabro ritrovamento venerdì mattina dagli operai del consorzio di bonifica Adige Euganeo che stavano lavorando nel corso d'acqua. I reperti rinvenuti sono stati sequestrati per essere sottoposti ad accertamenti

Resti umani immersi nell'acqua, tra i fondali di un canale, probabilmente a mollo da diverso tempo, sono stati rinvenuti venerdì mattina, durante dei lavori da parte degli operai del Consorzio di bonifica Adige Euganeo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE INDAGINI. Il macabro ritrovamento nel canale Sabbadina a Barbona, nella Bassa padovana. I reperti, un teschio e un frammento osseo, sono stati sequestrati su disposizione dell'autorità giudiziaria di Rovigo, al fine di essere sottoposti ad approfonditi accertamenti per cercare di risalire all'epoca, le cause della morte, nonché all'identità. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Vescovana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Gli cade addosso la fresatrice mentre la carica con un muletto: muore imprenditore

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi che tornano a salire

Torna su
PadovaOggi è in caricamento