Corriere abusivo trasportava pacchi dall'Italia alla Romania: multa da oltre quattromila euro

Scoperto trasporto internazionale irregolare a Villa del Conte, furgone sotto sequestro

Il furgone che trasportava i pacchi

Trasportava abusivamente pacchi dall'Italia alla Romania, per il conducente del furgone è arrivata una multa da 4.130 euro e il sequestro del mezzo. Il controllo è stato effettuato a Villa del Conte, domenica mattina, da parte della squadra motociclisti della polizia locale della Federazione dei Comuni del Camposampierese.

DUE PASSEGGERE. Gli agenti hanno notato transitare il mezzo sospetto lungo la strada provinciale del Piovego. Inseguito e raggiunto, il furgone è stato fatto fermare in una piazza di Villa del Conte. Il veicolo, un Mercedes Sprinter, è stato sottoposto a fermo amministrativo. All’interno, oltre a due passeggere, erano state stipate borse e pacchi, tutti preventivamente pesati con una bilancia. I pacchi erano numerati e riportavano i riferimenti sul destinatario estero. A bordo del veicolo è stata anche trovata un'agenda contenente le tariffe della spedizione in base al peso e i nominativi dei possibili proprietari della merce.

PACCHI ABBANDONATI. Il conducente, T.V., 35enne di nazionalità rumena ma con patente moldava, non era in possesso di alcuna autorizzazione. La merce è stata fatta scaricare sulla piazza ed il furgone recuperato da un carro attrezzi e portato in un deposito autorizzato. In serata molti pacchi erano ancora in piazza, in attesa di essere recuperati dai proprietari.

PASSAPAROLA. Spiega il vice comandante Luca Meneghini, responsabile del reparto operativo della polizia locale della federazione: “Questa attività di trasporto, totalmente abusiva, avviene soprattutto con il passaparola tra gli stranieri residenti in Italia, che così possono spedire a prezzi vantaggiosi merci e generi alimentari ai loro connazionali in patria. Gli autisti viaggiano senza nessun controllo né con tempi di riposo da rispettare, trasportando a bordo anche delle persone, il così detto 'trasporto badanti', e spesso oltre i limiti di carico dei mezzi. A volte nel vano di carico troviamo anche merce di provenienza illecita, refurtiva oppure sigarette di contrabbando, come già successo in un paio di occasioni lo scorso anno. Sono già una decina le violazioni che abbiamo accertato: questa attività garantisce sia una maggiore sicurezza stradale che la concorrenza con le ditte di autotrasporto regolari”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento