Lei lo lascia, lui si vendica: con due complici crea annunci hot a nome della ex

Tre giovani sono accusati di trattamento illecito di dati per utilizzato il numero di cellulare di una donna collegandolo a offerte di prestazioni sessuali pubblicate online

(foto: archivio)

Lei, lui, gli altri. Ha finito per coinvolgere anche terze persone la fine della relazione tra un 32enne rodigino e una 41enne padovana. Ora l'uomo è finito denunciato, insieme a due giovani complici, per aver messo in atto uno spregevole tentativo di vendetta.

Bersagliata di richieste

A portare a galla l'intricato piano ordito da B.D., 32enne di San Martino di Venezze, sono stati i carabinieri. A loro si era rivolta una 41enne di un comune dell'Alta Padovana che nei mesi scorsi era stata bombardata di messaggi e telefonate da parte di sconosciuti che le chiedevano delle prestazioni sessuali. Attraverso numerosi accertamenti sul numero di cellulare della vittima si è scoperto che la sua utenza era finita su diversi siti di annunci a corredare delle esplicite offerte di sesso a pagamento. In altre parole qualcuno si era spacciato per la 41enne, pubblicando degli annunci hot come fosse lei stessa a offrire il proprio corpo.

L'indizio

Non solo, perché lo stesso numero era finito al centro di una chat dal contenuto erotico su Whatsapp, mentre gli annunci online hanno permesso di rintracciare alcuni indirizzi e-mail che fornivano informazioni aggiuntive sulla donna. Tali indirizzi si sono rivelati fondamentali perché una volta identificato l'uomo che ne possedeva i domini, il quadro è emerso in tutta la sua sgradevole chiarezza. Le e-mail appartenevano a B.D., ex fidanzato della 41enne con cui la padovana aveva troncato una relazione sentimentale poco prima di diventare bersaglio degli sconosciuti in cerca di prestazioni sessuali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I colpevoli

Era lui stesso a creare e pubblicare gli annunci ma anche a rispondere alle e-mail e, interrogato, ha ammesso di averlo fatto per vendetta poiché non aveva digerito quella rottura. B.D. è dunque stato denunciato e la stessa sorte è toccata anche a due complici. B.F. e M.C., entrambi 23enne e residenti a Rovigo, erano infatti gli autori della chat erotica e per questo devono rispondere in concorso di trattamento illecito di dati personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

  • Riceve per sbaglio oltre 5.000 euro, e non li restituisce: denunciato per appropriazione indebita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento