Paga cara la troppa fiducia: cede l'auto prima del pagamento e viene truffato dai compratori

Si è fidato della parola di due trentenni, affidandogli la Fiat che aveva messo in vendita dopo aver ricevuto solo la caparra. Identificati dai carabinieri i due responsabili

É stata un lunga trattativa quella tra un padovano e due uomini di etnia rom, interessati a comprare la sua vettura. Una trattativa che ha portato il venditore a fidarsi degli acquirenti, tanto da affidargli l'auto prima di ricevere il saldo di pagamento, salvo poi non averne più notizie.

L'affare

Un eccesso di fiducia che lo ha costretto a rivolgersi ai carabinieri per riuscire a risalire ai compratori e provare ad avere giustizia. Protagonisti della truffa un 34enne e un 39enne italiani, residenti in città, che qualche settimana fa hanno contattato un padovano che aveva messo in vendita la sua Fiat Bravo. Pattuito il prezzo e provata la vettura, è arrivato l'ok da entrambe le parti: l'affare è concluso. Durante un incontro i due acquirenti hanno consegnato i primi 200 euro a titolo di acconto e il venditore, in buona fede, li ha lasciati andare via con il mezzo per poterlo provare prima di ricevere il resto del pagamento.

L'identificazione

Giusto il tempo di allontanarsi, e dei due rom l'uomo non ha più avuto notizie. Impossibile contattarli: l'unica soluzione è stato raccontare tutto alle forze dell'ordine che grazie ai dati forniti sono riusciti a identificarli. Giovedì mattina sono stati raggiunti da una pattuglia a Vigodarzere e denunciati per truffa in concorso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento