Truffe inarrestabili: piovono altre quattro denunce, raggiri da migliaia di euro

Che sia una caparra da qualche centinaio di euro, o il pagamento completo da almeno tre zeri, la piaga dei raggiri via web continua a mietere vittime. Nel padovano sono altre tre

Nuova ondata di truffe telematiche nel padovano, con quattro persone denunciate dai carabinieri. A cadere nel tranello di sedicenti venditori sono stati un 54enne, una 57enne e un ragazzo di 20 anni.

Lo scooter della discordia

Il giovane, nato a Cittadella ma residente a Grantorto, è stato costretto a chiedere aiuto ai militari per tentare di recuperare i 350 euro che un'astuta 19enne gli aveva spillato. La ragazza, romena che vive a Milano, era stata contattata dal padovano a giugno, dopo aver pubblicato su Subito.it l'annuncio di vendita per una Vespa Primavera a 1350 euro. Per accaparrarsi lo scooter il 20enne ha accettato di versare su una carta prepagata 350 euro a titolo di caparra: una volta ricevuti la venditrice gli avrebbe consegnato il mezzo e lui avrebbe saldato il resto dell'importo. Della ragazza però si sono perse le tracce e la consegna della Vespa non è mai avvenuta. Con i pochi dati a disposizione i militari di Gazzo l'hanno rintracciata e identificata: ora deve rispondere di truffa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Truffa da migliaia di euro

Identica l'accusa per una coppia di pregiudicati siciliani: un 33enne e un 45enne di Marsala hanno truffato una donna 57enne di San Giorgio in Bosco. Anche lei si è imbattuta in un annuncio sul portale Subito.it, dove a marzo i due uomini avevano messo in vendita a 1100 euro un montascale per disabili. Dopo un fitto scambio di mail le due parti si sono finalmente accordate: gli imbroglioni hanno convinto l'ingenua vittima a versare l'intera cifra sul conto corrente di uno dei due, sparendo appena dopo averla incassata. Anche in questo caso le coordinate bancarie sono state fondamentali per i carabinieri di Tombolo per individuare e denunciare le coppia. Solo il giorno prima era toccato ai militari di Legnaro consegnare a un uomo di Piedimonte San Germano, nel frusinate, la stessa denuncia. A sporgere querela era stato un 54enne di Saonara, raggirato per 450 euro lo scorso ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

  • Addetti al rifornimento scaffali: ricerca urgente per settore Gdo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento