Risponde ad una mail fasulla di Poste Italiane e si vede sottrarre 660 euro dalla ricaricabile

Vittima di phishing una 24enne di Carceri. Denunciata per falso ideologico una 21enne

Il 16 gennaio scorso, una giovane 24enne di Carceri ha denunciato ai carabinieri che dopo aver ricevuto una mail di Poste Italiane nella quale le si chiedeva di aggiornare i dati della sua Postepay si è vista sottrarre 660 euro dal proprio conto.

INGANNO. Dalle verifiche svolte, i carabinieri hanno scoperto che la mail in questione era fasulla e che dietro a tutto ciò c'era G.C., donna 21enne residente a Milano che con l'inganno le aveva prelevato i soldi dalla carta e, per depistare le indagini, aveva denunciato il furto della propria Postepay.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PISHING. Si tratta quindi di un caso di phishing, truffa effettuata su internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile in una comunicazione digitale. La 21enne è stata denunciata per falso ideologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento