homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Sparò al ladro uccidendolo: tabaccaio di Civé condannato a due anni e otto mesi

I fatti risalgono al 26 aprile 2012. Franco Birolo, accusato di eccesso colposo di legittima difesa, dovrà anche risarcire di 325mila euro la madre e la sorella della vittima

Franco Birolo, il tabaccaio di Civè di Correzzola che, il 26 aprile del 2012, uccise con un colpo di pistola il ladro che si era introdotto nel suo negozio, è stato condannato a due anni e otto mesi. L'uomo, che era accusato di eccesso colposo in legittima difesa, dovrà anche risarcire la mamma e de sorella del ladro di 325mila euro.

I FATTI. Quella notte, il 47enne ex parà, dopo aver sentito dei rumori provenire dal negozio al piano sottostante la sua abitazione, si trovò a tu per tu con i ladri, uccidendone uno, un 20enne moldavo. In pochi attimi la scena si trasformò in un dramma: Birolo esplose un colpo con la sua una calibro 9 semiautomatica regolarmente detenuta, che raggiunse al petto uno dei ladri; un complice si accovacciò dietro al bancone in preda alla paura. Sanguinante, il bandito ferito uscì dal negozio, percorse una quarantina di metri e poi cadde a terra. All'interno, l'altro ladro si consegnò al titolare, mentre un vicino e la moglie di Birolo chiamarono i carabinieri. Quando arrivarono gli agenti, trovarono il corpo senza vita del moldavo, ammanettarono il complice e fecero partire la caccia agli altri malviventi che presero parte al tentato furto.

IL VIDEO DELLE INDAGINI IN TABACCHERIA

IL PM AVEVA CHIESTO L'ASSOLUZIONE. Secondo il pubblico ministero Benedetto Roberti aveva, che aveva chiesto l'assoluzione di Birolo, l'imputato non avrebbe commesso il fatto ed avrebbe agito per legittima difesa.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Precipita dal tetto di un'azienda, infortunio mortale sul lavoro a Santa Giustina in Colle

    • Cronaca

      Noventa, fiamme al piano nobile di una villa seicentesca: a fuoco una sala-guardaroba

    • Cronaca

      I napoletani festeggiano l'arresto del sindaco Luca Claudio con i fuochi d'artificio - VIDEO

    • Cronaca

      Ubriaco e molesto spruzza lo spray urticante in faccia al residente arrabbiato: denunciato

    I più letti della settimana

    • Giovane imprenditore muore suicida a 36 anni: trovato impiccato nel bagno di casa

    • Scontro frontale tra due automobili in corso Australia: morta una donna di Limena

    • "Tangentopoli delle Terme": cinque arresti, tra cui il sindaco di Abano Luca Claudio

    • Cosa fare in città: tutti gli eventi a Padova e provincia durante il fine settimana

    • Scontro col patron Geox, muore infermiera di 48 anni dopo due settimane di agonia

    • Titolare di un'azienda trovato morto in casa dopo giorni, vicini allarmati dal forte odore

    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento