homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Sparò al ladro uccidendolo: tabaccaio di Civé condannato a due anni e otto mesi

I fatti risalgono al 26 aprile 2012. Franco Birolo, accusato di eccesso colposo di legittima difesa, dovrà anche risarcire di 325mila euro la madre e la sorella della vittima

Franco Birolo, il tabaccaio di Civè di Correzzola che, il 26 aprile del 2012, uccise con un colpo di pistola il ladro che si era introdotto nel suo negozio, è stato condannato a due anni e otto mesi. L'uomo, che era accusato di eccesso colposo in legittima difesa, dovrà anche risarcire la mamma e de sorella del ladro di 325mila euro.

I FATTI. Quella notte, il 47enne ex parà, dopo aver sentito dei rumori provenire dal negozio al piano sottostante la sua abitazione, si trovò a tu per tu con i ladri, uccidendone uno, un 20enne moldavo. In pochi attimi la scena si trasformò in un dramma: Birolo esplose un colpo con la sua una calibro 9 semiautomatica regolarmente detenuta, che raggiunse al petto uno dei ladri; un complice si accovacciò dietro al bancone in preda alla paura. Sanguinante, il bandito ferito uscì dal negozio, percorse una quarantina di metri e poi cadde a terra. All'interno, l'altro ladro si consegnò al titolare, mentre un vicino e la moglie di Birolo chiamarono i carabinieri. Quando arrivarono gli agenti, trovarono il corpo senza vita del moldavo, ammanettarono il complice e fecero partire la caccia agli altri malviventi che presero parte al tentato furto.

IL VIDEO DELLE INDAGINI IN TABACCHERIA

IL PM AVEVA CHIESTO L'ASSOLUZIONE. Secondo il pubblico ministero Benedetto Roberti aveva, che aveva chiesto l'assoluzione di Birolo, l'imputato non avrebbe commesso il fatto ed avrebbe agito per legittima difesa.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Saonara, investita mentre stava tornando dalla sagra: dopo 10 giorni di agonia la morte

    • Cronaca

      Bilancio di Ferragosto: 26 incidenti, oltre mille infrazioni accertate e 38 le patenti ritirate

    • Cronaca

      Tragedia in vacanza, 41enne padovano stroncato da un malore davanti alla tv

    • Cronaca

      Una messa in ricordo di Giorgia Libero, sette giorni dopo la sua tragica morte

    I più letti della settimana

    • Addio al dottor Matteo Borin, direttore di distretto e direttore dei servizi sociali Ulss 17

    • "Ciao Giorgia", grande partecipazione al funerale della 23enne di Casalserugo

    • L'ultimo saluto a Giorgia, storia di coraggio e dolore che ha toccato il cuore di tutti

    • Dramma in montagna, precipita e muore durante l'escursione sotto gli occhi del marito

    • Non resistono al richiamo dei sensi: sesso davanti al comando provinciale dei carabinieri

    • Storie di padovane. Giorgia, Caterina, Gioia, Carolyn, Silvia: la malattia raccontata sul web

    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento