Ancora veicoli rubati abbandonati nelle campagne: nel furgone quintali di refurtiva

Un'automobile e un mezzo commerciale sono stati intercettati e recuperati dai carabinieri: è la terza volta in una settimana. Nel cassone tubi in rame e bottiglie di vino

Doppio recupero di mezzi rubati per i carabinieri della provincia, che nell'Alta hanno ritrovato un'utilitaria e un furgone.

Una pratica sempre più frequente

La provincia padovana pare sia uno dei luoghi prediletti per i ladri, che vi abbandonano i mezzi dopo aver messo a segno i colpi. É la terza volta nell'ultima settimana in cui vengono recuperati furgoni ancora carichi di refurtiva. Lunedì scorso erano stati i carabinieri di Monselice a riconoscere il Ducato rubato nella notte a Riese Pio X e usato per rubare in un'azienda di Altivole. All'interno del cassone c'erano ancora le barre metalliche trafugate. Ben più ghiotto il bottino dentro i due furgoni trovati a Limena: i ladri, disturbati dall'arrivo dei militari, hanno abbandonato le sei moto da cross rubate due giorni prima a Bovolenta. Merce da decine di migliaia di euro.

L'auto rubata

E proprio a Limena c'è stato uno dei recenti rinvenimenti da parte dei carabinieri. Ieri pomeriggio lungo via del Santo è stata fermata una Peugeot con a bordo due uomini. Alla guida c'era un 57enne francese residente a Ponte nelle Alpi, nel bellunese, e accanto a lui un 37enne tunisino senza dimora. Identificati gli occupanti, i militari hanno scoperto che l'auto risultava rubata poco prima a Susegana, nel trevigiano. Incapaci di dare una giustificazione sensata per discolparsi, i due uomini sono stati denunciati per ricettazione e il veicolo restituito al legittimo proprietario.

Il furgone con il bottino

A una decina di chilometri di distanza l'altra curiosa scoperta. Era parcheggiato in via del Donatore a Campo San Martino il furgone Fiat Scudo segnalato da alcuni residenti. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto per controllarlo, hanno capito che era lo stesso mezzo di cui un 39enne di Cittadella aveva denunciato la scomparsa domenica da via Giusti. Dopo due giorni di buio il mezzo è ricomparso ed è stato chiaro il motivo del furto. Nel cassone infatti c'erano tubi di rame, casse di vino e altro materiale: più di 500 chili di merce in totale, che ora si cerca di capire da dove provenga.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento