Una via intestata ad Ezzelino III° da Romano, la richiesta fatta al Comune di Padova

La richiesta, sostenuta da una raccolta di moltissime firme da parte dei padovani, è stata presentata dall’Associazione Culturale Ghost Hunter Padova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Riceviamo e pubblichiamo:

"Per le cronache della seconda metà del XIII secolo - che saranno la linfa di tutta la futura letteratura sul da Romano - egli fu solo furente e crudele tiranno assetato di sangue, ingegnoso e gaudente nello sperimentare torture sempre nuove sui suoi nemici, irremovibile nelle sue nefaste decisioni di morte. Ma Ezzelino naturalmente non fu solo questo. Solo di recente la storiografia si è impegnata in un approfondimento delle vicende relative al sistema di governo instaurato da Ezzelino all’interno delle città a lui soggette. Tradizionalmente gli storici avevano proposto un’immagine semplicemente (per non dire semplicisticamente) ‘tirannica’ del da Romano, sulla scorta di uno stereotipo risalente, in pratica, direttamente al Medioevo. Poco ci si era soffermati sul grande ed originale disegno di Ezzelino ossia sul tentativo superare il particolarismo politico e territoriale delle singole realtà cittadine a favore di un organismo più ampio, complesso ed articolato, tendenzialmente su base regionale, anticipando di quasi due secoli le esperienze signorili toscane o lombarde. Da qui è nata l’idea dell’Associazione Culturale Ghost Hunter Padova(iscritta nel registro delle Associazioni del Comune di Padova), guidata da costanza ed impegno e sostenuta da una raccolta di moltissime firme da parte dei padovani a chiedere al Comune di Padova, di intitolare una via della città ad Ezzelino III° da Romano. Crediamo sia giusto dar luce ad un personaggio, denigrato dalla storia, che ha contribuito allo sviluppo urbano e culturale di Padova e di gran parte del Veneto. Attendiamo fiduciosi la risposta, speriamo positiva, da parte degli uffici preposti e dell’amministrazione comunale".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento