Condotte contrarie alle prescrizioni imposte, custodia cautelare per un moldavo

Era ai domiciliari per usura ed estorsione

I carabinieri della Stazione di Carmignano di Sant'Urbano hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Rovigo, nei confronti di Cupcea Ion, moldavo 25enne residente a Villa Estense (PD).

DAI DOMICILIARI AL CARCERE

L'uomo, agli arresti domiciliari poiché tratto in arresto dai carabinieri di Este, unitamente alla madre, il 6 agosto scorso per usura ed estorsione, si rendeva responsabile, durante il periodo della detenzione domiciliare, di condotte contrarie alle prescrizioni imposte dal tribunale, frequentando spesso persone contro indicate, assumendo stupefacenti e configurando inoltre il reato di evasione continuata poiché, autorizzato alle cure ed a recarsi presso il Serd, si appurava invece andare altrove. Al termine delle operazioni di rito veniva accompagnato presso la casa circondariale di Rovigo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento