Costretta a straordinari e a ripetute violenze sessuali: datore di lavoro a processo

La vittima è una donna dell'Est, assunta da un 51enne di Campodoro come commessa nel suo supermercato e come colf in casa propria. L'uomo è stato rinviato a giudizio

L'aveva assunta come commessa nel suo supermercato a Camisano Vicentino (Vicenza), prendendola inoltre in casa propria, a Campodoro, con le mansioni di colf. Oltre a costringere la dipendente, una donna dell'Est Europa, ad ore ed ore di straordinari in negozio, l'avrebbe sottoposta a ripetute violenze sessuali, abusi di ogni genere, anche con 38 di febbre, con tanto di videoriprese degli stupri. Vessazioni cui la donna si sarebbe ad un certo punto ribellata, allontanandosi dall'abitazione del suo datore di lavoro, che avrebbe quindi iniziato a perseguitarla e minacciarla, vantando anche conoscenze importanti con cui avrebbe potuto rovinarla.

A PROCESSO. Come riportano i quotidiani locali, l'uomo, 51 anni, è stato rinviato a giudizio: in tribunale dovrà rispondere di violenza sessuale, violenza privata, maltrattamenti e stalking. Le indagini, condotte dai carabinieri della compagnia di Padova e coordinate dal pubblico ministero Giorgio Falcone, avevano portato ad individuare un'altra vittima, sempre dell'Est: la donna avrebbe subìto lo stesso trattamento da parte del 51enne.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

  • Grande fiera nel pieno centro del paese: deviazioni per auto e bus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento