Caldarroste al sale grosso

La ricetta

Mangiare le caldarroste in questo periodo è una delle cose più buone, avete mai provate le castagne al sale grosso, cotte in padella su una base di sale grosso?

È la delizia del momento e vi spieghiamo la ricetta, come cuocere la castagne in modo perfetto e veloce.

Saranno friabili e facili da mondare quando le serviremo in tavola.

Il sale crea un effetto carbone ardente e genere altissime temperature. Le castagne cuociono così in breve tempo e poi il sale si può utilizzare altre volte nella stessa padella perché non si consuma.

Preparazione

Prendete la vecchia padella dai bordi alti e versateci dentro tutto il chilo di sale grosso livellandone la superficie.

Prendete le castagne e praticate la cosiddetta “intaccatura” che consiste in un taglio orizzontale sul frutto, con un coltello appuntito, in modo da arrivare fino alla polpa. Questo accorgimento eviterà che le castagne scoppino durante la cottura.

Ponete le castagne sul sale ricoprendo uniformemente tutta la superficie. Coprite poi il tutto con il coperchio e mettete la padella sul fornello della cucina e accendete il gas.

Il calore della fiamma riscalda il sale che crea un effetto “carbone ardente” generando altissime temperature che in poco tempo cuociono le castagne in modo ottimale.

Si raccomanda una sola accortezza: rigirate spesso le castagne altrimenti le alte temperature generate dal sale riscaldato tendono a farle bruciare.

A cottura ultimata le castagne si mondano facilmente e hanno lo stesso morbido gusto delle caldarroste tradizionali.

A questo punto le togliete dal sale una ad una e le avvolgete, come faceva il vecchio venditore di caldarroste, in un canovaccio di tela naturale leggermente umido, così facendo le preserverete calde e fragranti fino al momento di servirle in tavola.

Spegnete il gas e lasciate raffreddare la padella e il sale lentamente, poi ricoprite col coperchio e riponete il tutto in luogo asciutto, in modo da riutilizzarlo per un’altra gustosa arrostita di “caldarroste al sale grosso” (il sale a differenza delle carbonelle non si consuma).

Torna su
PadovaOggi è in caricamento