Ascom, disegno di legge sulle aperture domenicali: «Buona base di partenza»

Per il presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, il ddl che andrà a regolare le aperture domenicali degli esercizi commerciali ha degli aspetti interessanti

Per il presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, il ddl che andrà a regolare le aperture domenicali degli esercizi commerciali ha degli aspetti interessanti: «La proposta di legge arrivata in commissione Attività Produttive della Camera è una buona base di partenza, anche se sarà necessario un confronto ad ampio raggio. Di una cosa siamo convinti: l’aumento del Pil che sottostava alla decisione del governo Monti di liberalizzare le aperture non c’è stato e questo è un aspetto che, in questi anni, abbiamo più volte sottolineato essere stato un assist, non so quanto involontario, alla grande distribuzione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le prospettive

Al di là delle 26 aperture domenicali e della chiusura degli esercizi commerciali nelle 12 festività nazionali (ma con possibili deroghe regionali) ciò che appare più interessante nella proposta depositata in commissione, è la possibilità per i negozi “di vicinato” e per quelli ubicati nei centri storici, di tenere sempre aperto. «Ovviamente sarà da seguire con attenzione l’iter legislativo – continua Bertin – ma il “focus” che viene posto sui piccoli negozi è di per sè importante. Favorire il commercio all’interno delle città, contrastando al tempo stesso i grandi store sorti come funghi nelle direttrici di traffico, corrisponde infatti alla nostra richiesta di valorizzazione dei piccoli negozi come baluardo contro il degrado. Che poi la norma possa anche rappresentare un freno alla realizzazioni di nuove grandi strutture di vendita, per l’Ascom questo è sicuramente un auspicio. Ciò che mi sento di sostenere – conclude Bertin – è che il cerchio che questa proposta comincia a definire, si chiuda con un provvedimento che stabilisca regole anche per l’e-commerce, a cominciare da quelle fiscali in assenza delle quali i colossi delle vendite online avranno sempre un vantaggio competitivo difficile da contrastare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento