Immatricolazioni auto: calo nel padovano del 9,24% nel mese di novembre. Tutti i dati

Le incertezze sulla manovra di fine anno condizionano gli acquisti. Le immatricolazioni passano dalle 2.609 auto dell’undicesimo mese del 2018 alle 2.368 di quello del 2019

Il modo di dire andrebbe aggiornato: non “piove, governo ladro”, ma “governo incerto, vendite in calo”. Sembra infatti ascrivibile soprattutto all’incertezza causata dalla manovra di governo il calo, consistente, delle vendite di auto in provincia di Padova nel mese di novembre: -9,24% è infatti il dato novembrino con un numero di immatricolazioni, in valori assoluti, che passa dalle 2.609 auto dell’undicesimo mese del 2018 alle 2.368 di quello del 2019.

I numeri

«A suffragare la nostra ipotesi – conferma Massimo Ghiraldo, presidente dei concessionari dell’Ascom Confcommercio di Padova – oltre a quelli che vengono definiti rimbalzi tecnici, c’è il dato dei primi undici mesi dell’anno che si attesta, per contro, ad un +6,87% con numeri assoluti che passano dalle 26.344 auto del 2018 alle 28.153 del 2019». Non solo: pur con percentuali molto diverse, tutte le sette province venete registrano un calo delle immatricolazioni a novembre (raffronto 2018 – 2019) con una forchetta che va dal -2,93% di Vicenza al -21,44% di Venezia. «E’ soprattutto l’incertezza della tassazione sulle auto aziendali – continua Ghiraldo – quella che sta mettendo in difficoltà il comparto che, sinceramente, non sentiva il bisogno di un extra di tassazione visto che sulle auto le tasse sono già elevate”.
Dunque, dal momento che l’iter parlamentare non potrà esaurirsi se non prima del 20 del mese, il rischio è quello che anche dicembre, alla fine, risulti “zavorrato” con una buona probabilità che ancora quel +6,87% di immatricolazioni in più finisca per assottigliarsi fino a raggiungere “quota zero».

I marchi

Detto delle preoccupazioni della categoria, vediamo come si sono comportati i marchi con almeno cento vetture immatricolate nel mese.
C’è chi migliora (Ford innanzitutto con un bel +32,03% nel mese pari a 169 auto contro 128 di un anno prima ed un +18,63% da gennaio; e Volkswagen che con 268 vetture immatricolate a novembre contro le 218 del pari mese 2018 stacca un +22,94% che significa +12,06 negli undici mesi) e c’è chi peggiora (e sono la maggior parte). Va male Fiat (-29,08% con 217 vetture mese contro le 306 del novembre 2018 e un complessivo -6,08% da gennaio a novembre), ma vanno male anche Peugeot (-20,71% con 134 auto contro 169 nel mese ed un -9,14% negli undici complessivi); Lancia (-19,18% con 118 auto mese contro 146 pari periodo 2018 ma con un complessivo negli undici mesi che registra un lusinghiero +13,10%); Toyota (-17,86% con 138 immatricolazioni contro 168 e comunque con un valore negli undici mesi ancora positivo con un +4,77%) ed infine Renault che a novembre ha immatricolate, giuste giuste, 100 vetture, 17 in meno di un anno fa e dunque un -14,53% che contribuisce a portare ad un -25,42% il totale dei primi undici mesi dell’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vive in casa con il cadavere del fratello, morto da tre mesi: dramma nella Bassa Padovana

  • Si fa accreditare oltre 11mila euro cambiando l'Iban sulla fattura, ma il trucco online viene scoperto

  • Dramma lungo la ferrovia: trentenne muore sotto il treno vicino alla stazione

  • Vede lo scooter a bordo strada, non si accorge dell'uomo a terra e lo travolge: un morto

  • Fuggi fuggi all'Ikea: scatta l'allarme antincendio, negozio evacuato a tempo di record

  • Badante ubriaca colpisce a calci e pugni una 90enne: il vicino sente le grida e dà l'allarme

Torna su
PadovaOggi è in caricamento