Benzinaio suicida a Padova per crisi, Fiab Confesercenti: “Chiamateci"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

"Siamo vicini alla famiglia del gestore dell’impianto di carburanti di via Gattamelata - dichiara Mario Rosina funzionario della Faib Confesercenti di Padova (categoria che segue i distributori di carburanti) - Non entriamo nel merito della vicenda, ma non possiamo fare a meno di intervenire per sollecitare imprenditori e commercianti a rivolgersi alla nostra associazione per far fronte a questa crisi economica prima di arrivare a gesti estremi".

"Come purtroppo stiamo ribadendo da tempo, gli imprenditori della categoria (e non solo loro purtroppo) stanno attraversando un periodo durissimo, in primis il calo dei consumi che nell’ultimo periodo è arrivato al 10%; una crisi che non riusciamo più a sostenere. Spesso si trovano a dover fare enormi sacrifici per la propria attività.  In questi anni abbiamo visto imprenditori immettere nella propria impresa i risparmi di una vita, continua Rosina, per salvare il lavoro, i dipendenti e la famiglia. Proprio in questi giorni avevamo chiesto un incontro al ministro Flavio Zanonato per affrontare questi temi importantissimi e siamo in attesa di una risposta. Per questo il mio appello, e quello di tutta la categoria, è di non desistere e chiedere il nostro aiuto".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento