Bilancio in attivo, nuove assunzioni e importanti investimenti: l'Ulss 6 Euganea è in salute

L'Ulss 6 Euganea chiude il 2018 con un utile di 65.147,10 euro, centrando così l'obiettivo fissato dalla Regione: migliora l'efficienza gestionale, aumenta di 8 milioni di euro il valore della produzione e cresce la complessità della casistica trattata

L'Ulss 6 Euganea gode di buona salute finanziaria: il bilancio d’esercizio 2018 ha registrato un utile di 65.147,10 euro, centrando in tal modo l’obiettivo fissato dalla Regione con la D.G.R. n. 1810 del 07 novembre 2017 che prevedeva il pareggio, e superandolo.

Il bilancio

A valori omogenei 2017-2018 si evidenzia un recupero dell’efficienza gestionale. Nell’ultimo triennio si è quindi passati dal disavanzo di -38 milioni di euro dell'esercizio 2016 al bilancio in attivo del 2017 (+25mila euro), quindi a +65mila del 2018. Il valore della produzione nel 2018 rispetto all’anno precedente è aumentato di circa 8 milioni di euro, +0,5%. Il costo della produzione ha visto una sostanziale stabilità rispetto al 2017 (+ 682.334,7 euro), un importo in linea con i costi rilevati lo scorso esercizio ma con un aumento della complessità della casistica trattata. Si rilevano minori costi per l’acquisto di servizi sanitari (farmaceutica, assistenza integrativa) per oltre 4 milioni di euro, come effetti della riforma regionale che ha reso possibili alcune economie di scala e gestionali. I costi per la manutenzione del patrimonio aziendale (edilizio, impiantistico, tecnico sanitario) sono in riduzione per effetto dello sviluppo di una maggiore sinergia tra i diversi uffici e settori dell’Azienda e l’attuazione di una più razionale programmazione degli interventi di riparazione sia a carattere programmato che straordinario. Infine, un’importante area di miglioramento del bilancio d’esercizio è quella relativa alla riduzione, rispetto al 2017, degli oneri finanziari, indicatore di un efficace sistema di pagamenti.

I commenti

Domenico Scibetta, direttore generale dell’Ulss 6 Euganea, commenta: «Le sinergie sono uno dei nostri punti di forza: siamo in presenza di un'importante inversione di tendenza, un ottimo risultato derivante da un grande lavoro di squadra, sia interno all'Ulss 6 grazie all'impegno di tutta la Direzione Strategica, sia esterno con la Regione Veneto. La legge regionale di riforma della sanità ha innescato un processo generalizzato di economie di scala che ha comportato una razionalizzazione delle spese, con un utilizzo più puntuale del bene pubblico, confermando la lungimiranza con cui era stata varata due anni e mezzo fa. Tre realtà distinte, confluite nell’Ulss 6, hanno visto continuare il trend positivo di ottimizzazione delle risorse mantenendo inalterata l’offerta alla cittadinanza, anzi rendendola più equa, capillare e di livello sempre più elevato. L’Azienda unificata ha lavorato sull’appropriatezza, ha operato nelle analisi di convenienza economica relativamente ai noleggi rispetto agli acquisti diretti, ha adottato azioni volte al contenimento della spesa per un corretto impiego delle risorse. Le gare espletate unitariamente da Azienda Zero hanno poi reso ancor più omogenea e organizzata la pianificazione».

Gestione delle risorse umane

Particolare impegno nel corso del 2018 è stato rivolto alla gestione delle risorse umane e alle relazioni sindacali. Al 31 dicembre 2018 risultano in carico all'Ulss Euganea 7.685 dipendenti (tempo indeterminato e determinato), 546 i nuovi assunti. Nel corso dell’anno si sono presentate difficoltà di reperimento di alcune figure di personale medico come ortopedici, anestesisti, pediatri e medici di pronto soccorso rendendo complessa la gestione del turn-over, situazione per altro analoga a tutte le altre Aziende sanitarie del Veneto, nonché fenomeno nazionale. Sono inoltre cessate diverse figure apicali, sostituite gradualmente in corso d’anno, attraverso procedure concorsuali che hanno portato all’affidamento di circa 20 nuovi incarichi di direzione di unità operativa complessa, oltre agli incarichi in ambito tecnico-amministrativo.

Importanti investimenti

Importanti investimenti sono stati avviati nel corso del 2018 per 12.663.041 euro di cui 5.700.000 euro in ambito ospedaliero per attrezzature, in particolare per ecografi ed ecocardiografi (1.828.376 euro). Sono proseguiti, nel 2018, la collaborazione, il coinvolgimento e la sensibilizzazione dei Medici di Medicina Generale circa l’appropriatezza prescrittiva. Nuovi modelli organizzativi, appropriatezza gestionale, grande lavoro di squadra e di sinergie: questo ha permesso, in sintesi, di consolidare l'inversione di tendenza nei conti economici.

I numeri del 2018

L’Ulss 6 Euganea, sorta il 1/1/2017 a seguito dell’applicazione della L.R. n.19/2016 che ha previsto la fusione delle tre precedenti Aziende socio-sanitarie Ulss 15, Ulss 16, Ulss 17, opera nel territorio coincidente con la provincia di Padova, che si estende su una superficie di oltre 2.127 Kmq e registra la presenza di oltre 930.000 abitanti: la fascia d’età più rappresentata (55%) è quella compresa tra i 25 e i 64 anni. Nei cinque Ospedali di pertinenza dell’Ulss 6 (Sant’Antonio di Padova, Cittadella, Camposampiero, Piove di Sacco, Monselice) nel 2018 si sono registrati 47.658 ricoveri ordinari, 8.004 ricoveri diurni e 5.549 in day surgery; gli accessi al Pronto soccorso sono stati complessivamente 196.902. Le prestazioni ambulatoriali erogate nel 2018 sono state 10.527.355. Le prestazioni di assistenza domiciliare integrata 569.544. L’assistenza medica primaria è garantita capillarmente sul territorio da 616 Medici di Medicina Generale e da 94 Pediatri di Libera Scelta. Sono attive nel territorio aziendale 14 Medicine di Gruppo Integrate. L’assistenza alle donne, famiglie e coppie è affidata alla rete dei consultori familiari: complessivamente gli utenti del servizio nel 2018 sono stati circa 20.000 e hanno usufruito di 100.000 prestazioni, la maggior parte delle quali di tipo ostetrico-ginecologico, ma anche di tipo sociale, psicologico e legale. Servizi di Neuropsichiatria infantile: complessivamente gli utenti dei servizi sono circa 8.500 con un volume di prestazioni che si aggira sulle 100.000 all’anno, comprendendo anche gli interventi con i genitori e con le scuole; 15.305 gli utenti psichiatrici seguiti tra il centro di salute mentale, strutture residenziali e semiresidenziali; 5.059 i disabili presi in carico nel corso del 2018 tra strutture residenziali, semiresidenziali, integrazione scolastica e lavorativa. Il Servizio per le Dipendenze dell’Azienda segue le persone dipendenti, o a rischio dipendenza, da sostanze stupefacenti, alcool, fumo o gioco d’azzardo. Gli utenti complessivi in carico nel corso del 2018 sono stati 6.545 tra cui 3.641 dipendenti da sostanze stupefacenti, 1.663 da alcool, 306 da gioco d’azzardo. Sanità penitenziaria: 7.515 le prestazioni erogate nel 2018. L’assistenza farmaceutica territoriale è stata garantita ai cittadini dell’Ulss 6 Euganea attraverso l’erogazione di farmaci per un valore di quasi 100 milioni di euro (comprensivi di € 2.416.560 di mobilità passiva) e relativi ad oltre 14 milioni di confezioni, prescritte in 6,6 milioni di ricette. La spesa farmaceutica ospedaliera nell’anno 2018 è ammontata a 34,4 milioni di euro, comprensiva di 8,8 milioni di euro di vaccini (2,5 milioni di euro di vaccini meningococcici) e di 663 mila euro di emoderivati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Smantellato giro di prostituzione e casa di appuntamenti in un residence della Guizza

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Cadavere in un campo, è un cacciatore sessantenne scoperto da un agricoltore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento