Il gruppo Auchan passa a Conad: oltre 400 lavoratori coinvolti a Padova e provincia

Il solo ipermercato Auchan di via Venezia a Padova conta circa 280 dipendenti: per la Filcams Cgil "è assolutamente prioritario attivare rapidamente un confronto con tutti gli attori di questa operazione commerciale per ottenere garanzie sul futuro"

L'Auchan di via Venezia a Padova passa a Conad

"Subito confronto per la salvaguardia occupazionale dei 20.000 dipendenti a livello nazionale e degli oltre 400 a livello padovano": a chiederlo è la Filcams Cgil dopo la cessione del gruppo Auchan Retail Itaia a Conad (ad eccezione dei 33 supermercati siciliani, per i quali si rileva una manifestazione di interesse da parte di un gruppo locale).

L'operazione

Auchan cede quindi 46 ipermercati e circa 230 supermercati (che fanno capo alla controllata Sma Simply). Una situazione che necessita chiarezza stando a quanto dichiarato da Francesco Gagliardi della segreteria provinciale della categoria dei lavoratori del commercio della Cgil: «Per la Filcams è assolutamente prioritario attivare rapidamente un confronto con tutti gli attori di questa operazione commerciale, per ottenere garanzie sul futuro dei quasi 20mila addetti interessati dal passaggio. Non è accettabile che questa acquisizione possa determinare esuberi e licenziamenti o anche sensibili peggioramenti delle condizioni attuali di lavoro. Stiamo parlando - prosegue il sindacalista - di oltre 400 lavoratori impiegati nel nostro territorio. Circa 280 nel solo ipermercato Auchan di via Venezia a Padova. Gli altri nei supermercati Sma Simply presenti nella Bassa padovana, nell'Alta e nella Cintura urbana. Il sindacato vuole conoscere il piano industriale di Conad e le intenzioni dell'impresa rispetto al mantenimento del perimetro della rete vendita acquisita dalla multinazionale francese. Anche il Ministero dello Sviluppo economico può e deve giocare un ruolo importante per impedire che i costi di questa operazione si scarichino sui dipendenti determinando una crisi occupazionale dal forte impatto sociale. Il territorio padovano non potrebbe sopportare altri posti di lavoro persi, dopo i tanti casi di chiusura e di crisi che hanno colpito il nostro tessuto commerciale».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento