Coldiretti: “1 barattolo di miele su 10 è Made in Cina"

Dalla denuncia si evince, in base ai dati dell'Istat, che un decimo del miele "italiano" sarebbe di provenienza orientale. Nessuno garantisce, nel prodotto realizzato in Cina, l'assenza di OGM, organismi non autorizzati in Europa

Un barattolo su 10 è made in Cina. A rivelarlo è la Coldiretti ai margini di una ricerca effettuata dall’Istat. Stando a questi dati, infatti, in Italia il 55% del miele verrebbe importato sia dall’Oriente che dall’Argentina. L'importanzione è triplicata, infatti, in Italia come, appunto, nella città del Santo.

Il nettare importato, però, non sarebbe totalmente sicuro dato che nei Paesi interessati, l’OGM non è proibito ed i pollini utili per produrlo possono dunque essere contaminati in questo modo.

Come difendersi allora? Innanzitutto scegliere prodotti made in Italy, come quelli a Km 0 in cui sono ben specificate le caratteristiche e la qualità del miele. A Padova, ad esempio, sono ben 600 gli apicoltori che in un anno arrivano a produrre ben 4 mila quintali di miele.

Argentina e Cina sono stati di recente messe sotto accusa dall’Unione europea proprio perché i prodotti con OGM non sarebbero permessi sul nostro territorio senza apposita autorizzazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento