Banca Finint, Confindustria Padova e Unindustria a sostegno delle imprese locali

I tre gruppi hanno siglato un accordo per il finanziamento delle imprese associate. A disposizione mutui agevolati fino a 250mila euro per coprire gli investimenti delle Pmi

Banca Finint, Unindustria Treviso e Confindustria Padova hanno siglato un accordo per fornire supporto finanziario alle imprese associate. L’intesa mira a rispondere efficacemente ai fabbisogni delle aziende affinché il sistema industriale locale incrementi la propria competitività, potendo contare su una dotazione finanziaria a condizioni agevolate.

Tassi agevolati

La convenzione prevede l’erogazione di finanziamenti chirografari a tasso agevolato da 50mila a 250mila euro per sostenere gli investimenti aziendali o i fabbisogni di capitale circolante (scorte, personale, fornitori, servizi), con la caratteristica peculiare di prevedere una restituzione a sei anni, con i primi 12 mesi di preammortamento. Potranno richiedere il finanziamento le aziende che hanno accesso alla garanzia del Fondo Centrale per le Pmi e le Pmi che avranno ottenuto uno scoring positivo determinato dal Credit Passport rilasciato da Credit Data Research, società partecipata da Moody's Analytics. 

Finanza "buona" per sostenere le imprese locali

“Con questo accordo - spiega Enrico Marchi, presidente di Banca Finint - confermiamo di condividere una importante linea di azione con il sistema confindustriale, finalizzata a promuovere interventi utili al rilancio delle nostre imprese e il nostro posizionamento come banca a sostegno delle aziende del territorio. Il perfezionamento di questa intesa è un messaggio concreto di ciò che può fare la finanza 'buona' per sostenere la reale crescita delle imprese, accorciare le distanze e rafforzare il dialogo tra banca e imprese locali. Restiamo a disposizione di tutti gli associati per conoscere meglio il loro business aziendale e fornire soluzioni di finanziamento e di consulenza concrete”. 

Puntare sul potenziale di crescita

“Far affluire più credito alle aziende, specie alle Pmi, e contemporaneamente fare cultura d’impresa per avvicinarle a strumenti finanziari innovativi, è un obiettivo centrale della nostra comune azione associativa, decisivo per rendere strutturale la ripresa in atto - dichiara Massimo Finco, presidente di Confindustria Padova -. L’economia reale, e quindi l’industria, ha bisogno di finanza 'buona' capace di sostenere non solo chi è nella fascia più alta dei rating, ma anche le fasce con potenziale di crescita, puntando a conoscere al meglio le prospettive di queste imprese e il loro business. È la visione che ci guida nel dialogo con le banche. L’accordo con Banca Finint va in questa direzione, ampliando le possibilità di finanziamento per sostenere l’operatività e le politiche espansive delle imprese che stanno accelerando sugli investimenti 4.0”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una banca vicina alle aziende

“Credit Data Research, da sempre vicina alle Pmi, ha sviluppato il Credit Passport per cercare di migliorare il loro accesso al credito - dichiara infine Alessio Balduini, ceo Credit Data Research Ltd -. Questo accordo è fortemente innovativo a livello internazionale per la forma e i contenuti e apre una strada nuova mostrando una banca più snella, più veloce e vicina alle imprese tramite le associazioni territoriali di Confindustria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Tutto quello che c'è da sapere sul coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: altri anziani morti, a Padova 2,3 positivi ogni mille abitanti

  • LIVE - Emergenza Coronavirus, domenica di controlli e chiusura totale di supermercati e negozi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento