“La voce tra arte, scienza e didattica”, corso formativo al Conservatorio “C. Pollini”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

L’Associazione Culturale U-Mus Umanità in Musica, il Conservatorio statale di musica “C. Pollini” con il patrocinio di SIFEL/società italiana foniatria e logopedia e di ASAC/associazione per lo sviluppo delle attività corali del Veneto promuovono il corso “La voce tra arte, scienza e didattica”.

Il corso è dedicato alla voce artistica, parlata e cantata, nei suoi aspetti performativi. I temi trattati sono relativi agli ambiti storico-etno-antropologico, tecnico-artistico, pedagogico- didattico. La corretta conoscenza degli apparati di produzione, risonanza e articolazione sono pertanto trattati da foniatri con esperienza nel mondo musicale e teatrale, così come le varie tecniche vocali sono affrontate non solo sotto l’aspetto dell’espressione estetica ma anche ergonomico-funzionale. Il Corso, rivolto a cantanti, coristi, attori, insegnanti e professionisti, permetterà di dare una corretta informazione ai diversi interpreti.

Oltre a ciò, i vari professionisti dell’area sanitaria interessati alla voce potranno conoscere più da vicino le particolari esigenze che il professionista della voce artistica presenta dovendo non solo mantenere la buona “salute comunicativa” ma anche l’efficienza del proprio “strumento vocale”. Coordinatori scientifici del Corso sono Giovanna Baracca, Luciano Borin, Francesco Facchin

Per chi fosse interessato a partecipare, il termine di pre-iscrizione è fissato per il giorno 10 febbraio 2019.

Iscrizioni: 392 996 5505 (Martina Battistel), umanitainmusica@gmail.com

Maggiori informazioni: https://umusprogettopersona.wordpress.com

I più letti
Torna su
PadovaOggi è in caricamento