Credito rateale, Padova "ben sopra la media": 43.440 € di debito residuo, 415 di rata mensile

Fabio Di Stasio, direttore di Artigianfidi: "I dati confermano l'apprensione per il futuro"

"Se parliamo di credito rateale, siamo più o meno in media con il resto degli italiani, almeno per quanto concerne i maggiorenni che hanno attivato una qualsiasi forma di credito: 34,6% gli italiani, 34% i padovani. Per il resto però le differenze sono alquanto marcate". Fabio Di Stasio, direttore di Artigianfidi, parte dal dato di base diffuso da Mister Credit - l’area di Crif che ha prodotto uno studio strutturato e capillare sull’utilizzo del credito da parte degli italiani nell’intero anno 2016 partendo dall’analisi dei dati disponibili in Eurisc, il sistema di informazioni creditizie gestito da Crif che raccoglie i dati relativi a oltre 81 milioni di posizioni creditizie, per fare il punto della situazione in ambito locale.

PRESTITI FINALIZZATI. "Lo studio - continua Di Stasio - ha rivelato che, a livello pro-capite, mensilmente l'italiano medio rimborsa rate per un importo pari a 360 euro, una cifra nettamente inferiore a quella rimborsata dal padovano medio che di euro ne rimborsa 415, mentre i veneti, presi nella loro totalità, ne rimborsano 406". Ma perché a Padova e provincia ci si indebita? "Dall’analisi condotta da Mister Credit - spiega Di Stasio - risultano al primo posto i prestiti finalizzati, ossia quei prestiti destinati all’acquisto di beni e servizi quali auto, moto, elettronica ed elettrodomestici, articoli di arredamento, viaggi, ecc. Tali operazioni valgono il 43,3% sul totale Italia mentre a Padova si attestano ad un più contenuto 39,3% con il Veneto al 38,7%".

PRESTITI PERSONALI. C'è poi il capitolo dei prestiti personali, che Mister Credit lega "alla rinnovata progettualità delle famiglie nel nuovo contesto di miglioramento del clima economico generale". In questo caso l'incidenza media nazionale è pari al 33,9%, praticamente la stessa di Padova (33,7%) e un po' meno del Veneto (34,3%).

MUTUI. "Ma è sui mutui - avverte il direttore di Artigianfidi Padova - che veneti e padovani sembrano dimostrare un attaccamento maggiore al classico 'mattone'. Infatti, mentre in Italia si ha un'incidenza del 22,8% (peraltro in aumento sensibile del 3,1% rispetto ad un'analoga rilevazione di dodici mesi prima), a Padova e nel Veneto questa percentuale schizza al 27% in entrambi i casi (e a Treviso sale addirittura al 30,7%)".

DEBITO RESIDUO. Ma questa massa di dati può offrire un parametro per capire dove alberga la ricchezza? "In un certo senso direi proprio di sì - conferma Di Stasio - dal momento che la regione che risulta avere meno rapporti di credito attivo è il Trentino Alto Adige che si ferma ad un 17,7% della popolazione maggiorenne e, guarda caso, ha una rata di rimborso di 415 euro, la più elevata d'Italia che però è anche quella che riguarda Padova". Infine, il debito residuo, con i lombardi che devono al sistema creditizio una media di 43.340 euro, all'incirca la stessa cifra che devono ritornare i padovani che si fermano appena sotto con 43.310 euro, cifra ben maggiore rispetto ai 39.422 euro del Veneto preso nella sua totalità".

FUTURO ANCORA INCERTO. "Una cosa - conclude Di Stasio - è certa: l'indebitamento viene ancora visto come una leva da maneggiare con cura. Il fatto che la cifra di rimborso mensile sia piuttosto contenuta anche in una provincia come Padova, che si attesta nei livelli alti della classifica, significa che il futuro rimane molto incerto. E se è incerto per le famiglie, figuriamoci per le imprese".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Altri due casi di meningite: ricoverati in ospedale a Padova due bambini di 11 e di 3 anni

    • Cronaca

      Addio a Sasha, piccolo guerriero: aveva combattuto per l'adozione e contro la malattia

    • Cronaca

      Morte cerebrale per Manuel Major, il giostraio colpito al volto dalla guardia giurata

    • Cronaca

      Massanzago, nuovo assalto al bancomat dell'Antonveneta: è il terzo dall'inizio dell'anno

    I più letti della settimana

    • Zero tasse per gli under 35 che aprono un'impresa: "Spinta importantissima"

    • Piazza Eremitani: "Una Montmartre in chiave padovana sotto l'egida di Giotto e Mantegna"

      Torna su
      PadovaOggi è in caricamento