La Cina è ancor più vicina: sottoscritto un memorandum di collaborazione con Padova

Tra il Consiglio cinese per la promozione del commercio internazionale, la Camera di Commercio di Padova e Promex: a Padova si è passati da circa 1.400 imprenditori cinesi nel 2009 a 2.351 nel 2018

Stretta di mano dopo la firma del memorandum di collaborazione tra Padova e la Cina

Nel 2017 primo mercato nel continente asiatico con 185.2 milioni di euro (93,55 milioni nel primo semestre 2018) e 14esimo mercato globale per le imprese padovane: èquesta la Cina che nel pomeriggio di mercoledì 28 novembre si è presentata al Centro Culturale Altinate San Gaetano nel corso del "Belt and Road Forum per la Cooperazione tra l'Italia e la Cina".

Cina-DSC_3483-2

Il forum

Organizzato dal Consolato Generale della Repubblica Popolare di Cina in Milano, dal Ccpit (Consiglio cinese per la promozione del commercio internazionale) e dall'Associazione delle Imprese Cinesi in Italia con la collaborazione del Comune di Padova e di Promex, l'Azienda speciale della Camera di Commercio, il pomeriggio ha offerto spunti interessanti per conoscere alcune delle opportunità di cooperazione e partenariato tra la Cina e l’Italia. Aperto dal saluto del sindaco, Sergio Giordani, il forum, coordinato da Lujie Yao, vice rappresentante generale di Ccpit, ha visto gli interventi di Song Xuefeng, Console Generale della Cina in Milano; di Andrea Colasio, assessore alla Cultura; di Fabio Bui, presidente della Provincia; di Antonio Santocono, presidente della Camera di Commercio di Padova; di Franco Conzato, direttore di Promex; di Li Shaofeng, consigliere dell’Ufficio del Commercio ed economico del Consolato Generale della Cina in Milano, di Xu Jiang, presidente delle Imprese Cinesi in Italia e presidente di Bank of China Milano Branch, di Marco Bettin, segretario generale della Camera di Commercio Italo Cinese, di Marco Stevanato di Stevanato Group, di Alessandro Paccagnella, prorettore alle relazioni internazionali dell'Università di Padova; di Yang Bo, direttore dell’Ufficio Nazionale del turismo cinese e del Prefetto, Renato Franceschelli. "Abbiamo scelto Padova - ha detto Li Shaofeng - non solo per la sua valenza commerciale, ma anche per la sua importanza sotto il profilo culturale e turistico". In chiusura, davanti ad una sala gremita dov'erano presenti anche il vicepresidente della Camera di Commercio, Franco Pasqualetti ed il presidente dell'Ascom Confcommercio, Patrizio Bertin;  Lujie Yao, Antonio Santocono e Franco Conzato hanno sottoscritto un memorandum di collaborazione tra Ccpit, Camera di Commercio di Padova e Promex.

Foto tutti-2

L'interscambio Padova-Cina

Padova ha un forte legame economico con la Cina, basti pensare che la Cina è al 14esimo posto tra i Paesi in cui Padova esporta se consideriamo tutti i Paesi al mondo, ma diventa il secondo partner commerciale di Padova se consideriamo i Paesi Extra Ue (dopo gli Usa). A Padova si è passati da circa 1.400 imprenditori cinesi nel 2009 a 2.351 nel 2018 e la quasi totalità è impegnata in industria e terziario. I principali prodotti esportati in Cina dal Veneto sono (in percentuale sul totale dell’export 2017 del Veneto in Cina): macchinari per impieghi speciali (15%), forniture dentistiche (12%), cuoio conciato e lavorato (10%). Padova conferma l’andamento Veneto esportando in Cina: macchinari per impiego generale (15% sul totale dell’export 2017 di Padova in Cina), macchinari per impieghi speciali (14%), forniture dentistiche (12%). Con riferimento all’import, invece il Veneto acquista dalla Cina: articoli di abbigliamento (12% sul totale dell’import 2017 del Veneto dalla Cina); strumenti e forniture mediche e dentistiche (9%), altri macchinari di impiego generale (7%). Padova invece acquista dalla Cina: strumenti e forniture mediche e dentistiche (17% sul totale dell’import 2017 di Padova dalla Cina); calzature (8%); cuoio conciato e lavorato (6%). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Padova nella top 10 italiana del Pil

Il Pil padovano supera i 28 miliardi di euro, di cui il 70% è prodotto dall’attività terziaria. Padova si posiziona al nono posto tra le province italiane e al 14esimo posto per valore aggiunto pro capite. La provincia è sempre molto attiva dal punto di vista delle esportazioni: l’export padovano si attesta infatti a 9,5 miliardi di euro, al 14esimo posto fra le provincie italiane e al quarto posto nel Veneto dopo Vicenza, Treviso e Verona ma è comunque al primo posto per export a media-alta tecnologia. I mercati di sbocco per Padova sono: l’Europa per il 59%; l’Asia per il 13% e le Americhe per l’11%. La crescita dell’export è pari al 4,8% anche se rimane ancora al di sotto rispetto ai valori registrati nel 2008, ovvero nell’anno pre-crisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento