Il presidente della provincia Fabio Bui a Berlino con il Maap per la “Fruit Logistica”

Il Maap di Padova si colloca tra i primi 10 mercati agroalimentari all’ingrosso italiani per capacità commerciale ed è il primo per export con 3 milioni di quintali di prodotti

Una delegazione istituzionale, economica, promozionale e tutta padovana è presente a Berlino alla venticinquesima edizione della “Fruit Logistica”, la più grande fiera mondiale dedicata al mercato dell’ortofrutta. Sono presenti assieme al presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, il presidente di Maap Domenico Minasola, il vice Giancarlo Daniele, il direttore Francesco Cera ed altri rappresentanti delle istituzioni e delle attività produttive.

Il Maap padovano

Il Maap di Padova si colloca tra i primi 10 sui 250 mercati agroalimentari all’ingrosso italiani per capacità commerciale ed è il primo per export con 3 milioni e mezzo di quintali di prodotti commercializzati, pari a un valore di 400 milioni di euro. Lo stand del Maap di Padova è rappresentato dalla riproduzione dello storico Caffè Pedrocchi, punto di riferimento della presenza italiana nelle fiere internazionali. «La Provincia ha avviato una collaborazione con il Maap e con tutti gli operatori dell’ortofrutta – spiega il presidente Bui – perché il settore agro industriale padovano è strategico.  La missione a Berlino è importante per rafforzare il nostro ruolo italiano nell’export. Le istituzioni devono essere al fianco dei nostri più importanti rappresentanti internazionali perché il Sistema Padova veicoli la propria immagine e le proprie eccellenze in modo unitario. Parliamo di aziende che investono, che danno lavoro e che guardano al futuro con sistemi produttivi innovativi e sostenibili dal punto di vista ambientale. È un comparto che si incrocia con altri settori trainanti come quello turistico, dunque la Provincia sta facendo la sua parte affinché questo settore sia messo nelle condizioni di continuare a garantire qualità e primati in tutto il mondo». Ogni giorno partono dalla sede di Corso Stati Uniti una ventina di camion diretti in tutti i Paesi dell’Est fino all’Ucraina e alle Repubbliche Baltiche che sono mercati strategici. Per quanto riguarda infine l’indotto, ogni notte vi lavorano tra le 1000 e le 1500 persone, dunque il Maap rappresenta un bacino economico davvero fondamentale per il territorio padovano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento