Nasce a Padova BPK Packaging, Bluepack e Internova insieme con nuove soluzioni per gli imballaggi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Ennesima prova di lungimiranza per Tommaso Cabrele, giovane imprenditore di Padova, figlio del noto imprenditore Siro Cabrele. Il gruppo BPK crea il primo polo del packaging con il concept one-stop-shop. Multidisciplinarità “sotto lo stesso tetto” per offrire innovazione, riciclabilità, design e servizio ai Brands.

Ad inizio ottobre il gruppo BPK ha annunciato la fusione tra Bluepack (già parte del gruppo BPK) specializzata nella produzione di imballaggi flessibili e Internova produttrice di imballaggi rigidi a iniezione IML. Le due aziende sono attive principalmente nei mercati food e industrial con prodotti e servizi specifici e la fusione completerà la gamma di soluzioni da offrire alla clientela costituita da Brands utilizzatori di packaging flessibile e rigido.

La nuova società, BPK Packaging, avrà sede a Padova, centro del distretto industriale del Nord Est con due stabilimenti produttivi in Italia, per un totale di 78 dipendenti e una percentuale export del 67%.

Maurizio Geremia, Presidente gruppo BPK «La logica fondamentale che ha portato a concludere questa operazione e i benefici finanziari sono molto convincenti sia per gli investitori che per il mercato - ha spiegato Maurizio Geremia, Presidente del gruppo BPK - e sono convinto che per entrambe le società sia il momento giusto per beneficiare di un’opportunità unica e creare ancora più valore per mercato e stakeholders. Abbiamo identificato negli imballaggi flessibili e rigidi una concreta priorità di crescita e questa operazione conferma la strada intrapresa».

Torna su
PadovaOggi è in caricamento